Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

lunedì 11 aprile 2016

La Resistenza ad Angera


2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. MASSIMO DOTTA8 maggio 2016 12:31

    Non sapevo dove poter postare una mia riflessione sulle scritte fascistoidi apparse tempo addietro sui muri del paese e sulla ripulitura grazie a quella iniziativa chiamata FESTA DEI MURI PULITI.
    È stata una bella iniziativa, qualcuno parla di ripeterla. Io spero che questa iniziativa però non sia servita solo ad insegnare come si tiene in mano un pennello o un rullo per pitturare ma che sia servita per inculcare un senso civico alle nuove generazioni. Detto questo ricordo di avere visto un gruppo di ragazzi con il sindaco e anche un consigliere capogruppo di una delle minoranze che presenziavano alla stesura della pittura sul muro all'angolo del Museo, in via Marconi. peccato che nessuno si sia accorto che a soli cinque metri di distanza, sempre in via Marconi, ma dall'altro lato di via Mario Greppi ci fossero, e ci sono ancora, alcune scritte sui muri, evidentemente fatte con le solite famigerate bombolette ma che a differenza di altre non inneggiavano a momenti politici nefasti o a gruppuscoli di scuro vestiti, ma denotavano solamente la stupidità di chi ha tracciato quei segni. Dunque la FESTA DEI MURI PULITI la ritengo riuscita a metà. perché se si pulisce il muro del Museo che è un bene pubblico questo va bene ma se poi nel calderone si puliscono muri bene o male privati scegliendo quali "privati" hanno diritto alla pulizia e quali no allora qualcosa non mi quadra. Forse avremmo dovuto usare un titolo diverso per la giornata. Che so: IMBIANCAMO I NERI PENSIERI?

    RispondiElimina

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.