Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

sabato 6 febbraio 2016

Risposta all'interrogazione - piazzale cimitero

Abbiamo ricevuto risposta all'interrogazione inerente la vasca di scolo delle acque meteoriche nel piazzale del cimitero (qui il testo dell'interrogazione).

Ecco la risposta dell'Assessore Lorenza Marzetta:


Com'era la vasca ad inizio gennaio:

e com'è diventata:

Ringrazio per la risposta e per aver provveduto a mettere in sicurezza (parzialmente?) la vasca di scolo acque. Su come è stata realizzata l'opera mi rimane qualche dubbio... ma non sono certo esperto in materia.

23 commenti:

  1. È già un passo avanti ma se ci si fosse dotati di un trapano, una decina di tasselli e di un paio di metri quadrati di rete metallica robusta si sarebbe potuto fissare la rete ai muretti orizzontalmente in modo da chiudere definitivamente il possibile accesso e anche a togliere la possibilità che qualcuno ci getti qualcosa di ingombrante. Era una idea semplice ed è per questo che non ci sono arrivati, magari costava pure meno di quelle transenne pure messe male.

    RispondiElimina
  2. Caro Anonimo, condivido pienamente il tuo "progetto", anche perché, a mio avviso, quelle transenne oltre essere state posate senza un minimo di logica simmetrica (immagino che il fatto sia dovuto alla “fretta” di installarle), in caso di manutenzione alla vasca saranno anche di impaccio.
    Al di la di queste considerazioni secondo me il problema maggiore non è quello. Il problema è la risposta data. Risposta che, francamente, mi lascia perplesso per questi semplici motivi:
    - I primi due o tre motivi di perplessità si trovano nelle prime righe della lettera di riposta, nelle quali si legge testualmente
    “(Omissis)…avevamo evidenziato alla ditta che ci installa la segnaletica sul territorio la pericolosità della vasca di raccolta delle acque meteoriche chiedendo di intervenire per la messa in sicurezza; ci è stato segnalato che con l’installazione di due archetti la problematica poteva essere risolta…..(Omissis) Effettivamente abbiamo accertato che per rendere il luogo più sicuro sarebbe meglio intervenire anche sugli altri lati e abbiamo quindi programmato detto intervento con i prossimi lavori di segnaletica”
    A) Ma come, dopo aver appurato un possibile pericolo, il Comune da mandato ad un appaltatore/consulente per sanare tale possibile causa di incidenti (anche gravi) senza indicare COME intervenire ma lasciando piena operatività alla ditta?
    B) Ci si “fida” ciecamente della soluzione proposta senza valutare che per quel luogo, due cavalletti non avrebbero risolto il problema?
    C) Ammesso ma non concesso quanto indicato al punto precedente, ad ultimazione lavori, non si verifica se effettivamente il problema è risolto? Verifica che probabilmente, sempre a mio avviso, dovrebbe essere fatta anche per “liquidare” i costi di realizzazione.
    - La lettera si chiude poi indicando che sono sempre accette, da parte del comune, indicazioni utili a migliorare la sicurezza del territorio. Niente di più corretto, i cittadini, per dovere civico, devono partecipare attivamente alla vita sociale della propria città segnalando possibili cause di pericolo e/o incidente.
    A questo punto devo fare una piccola precisazione: Tale aiuto, sicuramente ad Angera non mi pare mancare. Basti ricordare alcuni episodi trascorsi, oggetto di segnalazioni fatte in Consiglio Comunale e/o con lettere dirette al Comune. Per rinverdire la memoria ecco alcuni esempi:
    - Strada per Ranco
    - Appalto Comunale per il rifacimento del tetto della bocciofila
    - Segnalatori luminosi dei passaggi pedonali “occhi di gatto”
    - E per concludere, almeno per ora, la vasca di raccolta delle acque oggetto di questo post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna abbiamo avuto un avvicendamento nell'assessorato alla sicurezza, se il Barelli è stato silurato chi ha preso il suo posto sarà sicuramente più competente....

      Elimina
    2. OFELE' FA EL TO MESTE'

      Elimina
    3. Il Barelli è stato silurato un anno fa e sostituito prima dal Cauteruccio e poi dalla Marzetta, se lei si sente più sicuro dopo questo non posso che dirle beato lei

      Elimina
    4. In questi ultimi giorni si sta dando notizia di una importante "pettinata" ad una parte della riva lacustre, a sud del campeggio della Bruschera, più o meno nella zona delle costruzioni della Scuola Ex Cariplo. Un'opera che per essere compiuta ha necessitato molti giorni di lavoro, forse addirittura diverse settimane, il movimento di macchine da lavoro, l'andirivieni di camion per lo sgombero, il rumore di falciatrici e seghe elettriche. Capisco che il posto è al margine del territorio comunale ma:
      Dove era chi avrebbe dovuto controllare?
      Dove era chi avrebbe potuto accorgersene?
      Perché il territorio comunale è così poco controllato per permettere in lavoro così continuo nel tempo?
      E poi mi piacerebbe sapere se questo "lavoro* è stato eseguito su terreno demaniale o magari su terreno privato ex Cariplo.

      Elimina
    5. Mi piacerebbe sapere anche se è vero che da tempo circolava la voce che in quella zona sarebbe sorto qualche cosa di simile ad un aquafan o una piscina

      Elimina
    6. Si tratta di un fatto gravissimo. Le opere di disboscamento sono state eseguite in area DEMANIALE, senza (a quanto ne so al momento) alcun permesso. Apparentemente solo alcuni cacciatori si sono accorti di quanto stava accadendo, ed hanno visto il movimento di trattori etc. Ieri hanno segnalato la cosa dopo aver fatto una nuova visita all'area, e constatato che le opere di pulizia si erano allargate ben al di fuori dell'ex centro Cariplo.
      Se è vero quanto mi hanno riferito, bisogna vedere con attenzione le richieste che giungeranno al comune nei prossimi mesi inerenti quell'area.

      Elimina
    7. ma le foto comparse su varese news a quando risalgono?

      Elimina
    8. Seppure tempo fa (decenni, parecchi decenni) era uso fare repulisti bruciando i canneti per permettere alla nuova vegetazione di prendere vitalità dalle ceneri come una FENICE sui generis oggi tale maniera di operare sembra non essere più permessa. Spero che qualcuno si prenda la briga di fare qualche pensiero e rispondere alle mie prime tre domande. E domando ancora:
      Risponde al vero la voce che qualcuno pensava di fare in quella zona un acquaparco?

      Elimina
    9. Le foto sono di ieri (domenica 7/02). Sono circolate varie voci più o meno fantasiose sulle proposte per riqualificare l'area, quella del parco acquatico personalmente non la conoscevo. Pettegolezzi a parte, la scheda del PGT inerente l'area (ATU 2) sembra veramente sproporzionata considerato il contesto.

      Elimina
    10. Signor Brovelli, mi può spiegare cosa significa ATU 2 E perché sembra sproporzionata? Invece di fare le interrogazioni sulle lucette ai passaggi pedonali una bella serie di domande sul perché l'amministrazione si è dimenticata di quest'area e tutto quanto connesso ci potrebbe stare. No?

      Elimina
    11. Nessuno si è accorto di niente, anche se non ci saranno voluti solo due minuti. Fortunatamente, per la sicurezza, abbiamo installato le telecamere a Capronno, i colpevoli hanno i minuti contati.

      Elimina
    12. E se saltasse fuori che una qualche autorizzazione esisteva? Sembra inoltre che il PGT preveda per quell'area una destinazione alberghiera e forse residenziale, cosa volete che facciano? Costruire senza prima togliere un po' di cannette? Che poi una volta le bruciavano tutti gli anni?

      Elimina
    13. Le foto sono di domenica 7 febbraio??
      Caspita che bravi fotografi... con l'acqua che veniva sono proprio venute bene........

      Elimina
    14. @Anonimo del 8 febbraio 17:48: Il discorso riguardo l'area in questione è abbastanza ampio e sto appunto preparando un'interrogazione in merito. Metterò una spiegazione in dettaglio nei prossimi giorni.

      @Anonimo delle 11:33: I lavori sono stati fatti in area demaniale, all'interno di area a vincolo naturalistico (SIC e ZPS). Solo nell'area ex-cariplo è prevista la destinazione 'turistico/alberghiera', SENZA sbocco a lago (se non attraverso i percorsi PEDONALI esistenti).

      Elimina
    15. Permessi fantasma?
      Non sono una novità!
      Degni del mago Silvan !

      Elimina
    16. Alessandro, va bene che sei giovane ma credi ancora alle favole?

      Elimina
  3. Credo che questo sia davvero il caso in cui i cittadini devono dare una mano alle autorità. Come giustamente detto nei commenti precedenti un "lavoro" simile deve necessariamente aver visto l'impiego per diversi giorni di automezzi agricoli. Dunque necessariamente, la cosa deve essere stata notata, magari anche dalla vigilanza privata in servizio presso la ex Cariplo.
    Spero che chi ha visto non cada nell'omertà e dimostri che ad Angera quel tipo di mentalità mafiosa non attacca.
    In qualunque caso, sarebbe auspicabile che le funzioni comunali, preposte alla sicurezza e alla salvaguardia dell'ambiente, si impegnino con ogni mezzo a loro disposizione per cercare di appurare chi ha eseguito quei "lavori".
    Questa sorta di "caccia", oltre che dare un volto ai colpevoli, servirebbe anche a scoraggiare chi che sia a ripetere atti simili in altri luoghi del ns. comune. Non posso fare a meno di evidenziare che purtroppo l'inquinamento ed il deturpamento dell'ambiente, nel ns. comune, stanno diventando fatti frequenti, basti ricordare la "chiazza" comparsa sul lago qualche settimana fa.
    Sarebbe bello capire, se e come l'Amministrazione Comunale intenda reagire.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno messo le telecamere a Capronno per intercettare i malfattori.. cosa volete di più?
      SICUREZZA VUOLE DIRE ANCHE SALVAGUARDARE L'AMBIENTE E IL TERRITORIO.
      Evidentemente per questa amministrazione chi devasta il territorio non è da tenere sotto controllo.
      Ed ora avanti con le torri!!

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Provate a vedere in via Varesina quasi all'incrocio con via Europa e via Castabbio, mi sembra che ci sia una ulteriore vasca tra l'altro lunga e "circondata" solo da un lato dalle solite due transenne. sembra meno pericolosa di quella del cimitero ma comunque è aperta da tre lati e dall'alto. Insomma, mica che vanno a controllare quelli del comune, perché sono presi a trovare le parole per rispondere alle interrogazioni, e più di una cosa per volta è difficile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Comune di Casciago ha presentato alla Regione un progetto per ottenere i contributi per l'installazione della video sorveglianza. Si sa se il comune di Angera ha partecipato al bando?

      Elimina

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.