Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

giovedì 31 dicembre 2015

Casetta dell'acqua

Visto quanto presentato da REPORT del 25/11 (vedete qui) e le preoccupazioni sollevate di conseguenza da alcuni utilizzatori delle casetta dell'acqua, ho appena inviato una interrogazione in cui si chiede la verifica del rispetto delle norme igienico-sanitarie, del controllo della manutenzione e dei monitoraggi dell'acqua erogata.

A questo link potete invece scaricare il testo completo dell'interrogazione.

12 commenti:

  1. Benissimo.
    Ora attendiamo la risposta.

    Mi piacerebbe anche sapere chi si è preso la responsabilità di pubblicare sul giornalino locale analisi " apparentemente"senza alcun valore presentandole come vangelo!
    ma questo sicuramente resterà senza risposta.
    The answer, my friend, is blowin'in the wind.........

    RispondiElimina
  2. Apparsi oggi due commenti sull'altro blog:
    1)ho letto nel blog della concorrenza che è stata consegnata una interrogazione a proposito delle analisi dell’acqua della nuova casetta. Ovviamente concordo che, se una società distribuisce qualcosa il cittadino voglia conoscere la qualità del prodotto che sta utilizzando e che questo sia conforme alle normali norme igienico sanitarie. Ma se veramente alcuni cittadini angeresi, non credendo alle analisi esposte, volevano verificarne la veridicità non potevano, con l’aiuto della minoranza, a proprie spese accertare attraverso un laboratorio certificato la veridicità dei valori riportati. Ma c’era proprio bisogno di una interrogazione per una azione tanto più rapida e, qualora questa fosse stata difforme dai risultati esposti, avere un impatto ben più tangibile sulla azione delle MINONORANZE. Ma possibile che bisogna proprio insegnare tutto !!!!


    2)Eh no caro signore, non è compito del privato cittadino a proprie spese fare analisi su quello che viene venduto o erogato. È diritto di tutti si sapere se l'acqua erogata da quella casetta è salubre e dunque è compito della ditta erogatrice e in secondo piano dell'amministrazione fare si che quelle analisi abbiano una firma e non un foglietto senza alcuna intestazione di laboratori. Infatti lei cita le parole "laboratorio certificato". Ecco questo è quello che la ditta deve fare avere e quello che il comune deve pretendere non un foglietto qualsiasi. Ci mancherebbe allora che in dubbio le opposizioni debbano che so fare analisi su quello che viene venduto qua e la. L'amministrazione ha voluto farsi bella a settembre davanti a quella casetta invitando anche la gente che abitavano lì intorno ad andare a quella inaugurazione e allora che vigilino attentamente e che rassicurino la popolazione che ha tutti i diritti di avere domande e dubbi, Senza spendere di tasca propria.
    Sicuramente adesso non ci saranno problemi, i macchinari dovrebbero essere nuovi e dunque non ci saranno sicuramente prodotti chimici eccessivi e la stagione non bollente non ha aiutato la proliferazione di batteri ma andando avanti? Ci fideremo sempre di un foglietto senza intestazione? E se poi succedesse qualcosa a chi ci rivolgeremmo? Al signor nessuno?

    RispondiElimina
  3. Angera a breve perderà un'opera d'arte, infatti hanno impacchettato il "Forchettone" per trasferirlo a Parigi per essere esposto al LOUVRE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Un’opera è viva quando crea interesse e viene vissuta ed interpretata…" così dice il sindaco sul sul suo blog, però non si rende conto che l'unico interesse è l'ilarità che suscita fra tutti, anche avendo un fervida immaginazione sull'interpretazione c'è poco da scegliere è un forchettone che con le dovute cautele si può utilizzare in un padellone durante una sagra per rimestare le arborelle mentre friggono.

      Elimina
    2. Siamo proprio sicuri che sia uno scherzo?
      un bel pacchetto su misura che non è ancora stato rimosso e un articolo sulla Prealppina bello che pronto che elogia opera e autori!
      Mi sovviene un dubbio

      Elimina
  4. La casetta dell'acqua è temporaneamente fuori uso per manutenzione straordinaria. Cosa sarà successo? Qualcuno ha indicazioni?

    RispondiElimina
  5. Mi spiace che il gestore del blog dia spazio a scritti proposti da persone il cui livello culturale è talmente basso da supporre che non siano nate nel paese dove la cultura abbonda e cioè l'ITALIA. Non si è obbligati a interpretare un opera d'arte ma, quantomeno, prima di dare saggio della propria ignoranza verificare il nome dell'artista che l'ha prodotta e i giudizi della critica che ne pesato la bravura. Dietro i nostri scritti di ANONIMI dobbiamo sempre porre il buon senso dei nostri limiti culturali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Anonimo del 10 gennaio ore 13:12. Non si capisce nulla di quello che ha scritto, forse anche lei fa parte di quelle persone dal livello culturale che lei cita?

      Elimina
    2. Essere considerata ignorante da un collega non può che farmi piacere, ma forse però lei non sa che la critica a volte è positiva e a volte negativa questo un vero artista lo sa e ne tiene conto; se non si interpreta un'opera d'arte, mi dica lei, come si fa a dare un giudizio? Per colmare la mia ignoranza sono andata a verificare su internet il nome dell'artista in oggetto ma ho trovato ben poco.
      Inoltre non è detto che un giudizio positivo dato da Critici d'arte poi incontri il favore del pubblico che in fondo in fondo è quello che con gli acquisti da onori e fama ad un artista.
      Lei metterebbe in soggiorno un oggetto fatto con pezzi di legno raccolti sulle spiagge? Io no!
      Per quanto riguarda poi il Forchettone l'unica critica positiva è quella di giornali di provincia.

      Elimina
  6. Ringraziamo il suo livello culturale, forse se fosse di quelli alti non le farebbe scrivere "un opera" senza apostrofo!

    RispondiElimina
  7. Speriamo che al corso di spagnolo si sia inscritto anche qualche nostro amministratore in modo da evitare figure di ...... "TIERA"....
    (TIERA come sta scritto sul cartello del forchettone)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suvvia, non facciamo i pignoli, una erre in meno cosa sarà mai? Sicuramente l'assessora laureata in lingue avrà studiato altri idiomi, per lo spagnolo ora, se si mettono in lista d'attesa, come altri, sicuramente recupereranno.....
      Ancora una volta sembra che serva un bravo correttore bozze!

      Elimina

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.