Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

giovedì 3 settembre 2015

QUESTO WE TORNA LA FESTA DELLA BRUSCHERA!


57 commenti:

  1. Ieri sera a mezzanotte c'è stato uno spettacolo pirotecnico di oltre dieci minuti che sembra essere avvenuto, almeno così dicono, a contorno di una festa in villa Paletta. Mi chiedo se qualcuno fosse stato avvisato che in centro paese sarebbe avvenuto questo, oltretutto ben fuori dei classici orari (dalle 22.30 fino alle 23 e non oltre) da sempre utilizzati per i fuochi artificiali. A me sembra che un conto è sparare qualche razzetto e qualche petardo e un conto è portare e sparare tra le case qualcosa che di fatto può essere ben considerato materiale esplosivo.
    Io penso che per cose del genere occorrerebbe una bella autorizzazione sia del Comune sia delle autorità di Pubblica Sicurezza e anche dei Vigili del Fuoco e avrebbe potuto essere effettuato però con la presenza di personale anche della Protezione Civile o dei Vigili del Fuoco.
    Se qualcosa di esploso male fosse caduto su un tetto chi ce lo avrebbe raccontato? C'è da essere incazzati per il pressapochismo della gente..........Tutti! Per altre ragioni già poco tempo fa era successo un incendio in quella villa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà se le minoranze avranno il coraggio di interrogare in consiglio comunale sul perché è stato permesso un pericoloso spettacolo di fuochi artificiali in centro paese o se preferiranno glissare e fare le solite banali interrogazioni su cose che interessano a pochi.

      Elimina
  2. L'Amministrazione, l'Assessore alla sicurezza sapevano? Sarebbe importante avere notizie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti risponderanno mai perché sanno di essere da parte di chi non ne sapeva niente e farebbero una figura barbina. Basterebbe postare da qualche parte la lettera di autorizzazione e tutto finirebbe, Peccato che quella autorizzazione non esiste.

      Elimina
  3. La scuola è la fucina della cultura e a scuola vanno i giovani di solito dunque all'assessorato alla Cultura e alle politiche giovanili dovrebbe andare la gestione della scuola, delle nostre scuole, e invece la SCUOLA è stata lasciata al neo assessore ai servizi sociali. Non che sia così scandaloso ma adesso mi chiedo quanto rimane alla nostra assessorina alla Cultura e giovani se le togli la scuola, certo avrà ancora il museo e la biblioteca e qualche attività collaterale ma toglierle la scuola per darle l'edilizia privata come contropartita mi sembra una stronzata. Avrei lasciato la scuola alla Cultura e se del caso l'edilizia l'avrei dati al nuovo assessore. Anzi, l'avrei data a chi si occupa del patrimonio comunale. Per me questo rimpallare a destra e sinistra le deleghe denota una poca convinzione e sicurezza nel manico. Non sa a chi dare le cariche e allora tira i dadi,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non avete capito che é tutta una farsa per sistemare le minoranze, in effetti non é cambiato nulla, comanda sempre lui.

      Elimina
  4. Paccheri alla Norma a 15 euro? Ma siamo matti, forse c'è Carlo Cracco in cucina? 100 grammi di paccheri, 100 grammi di pelati, mezza melanzana, 30/40 grammi di ricotta e qualche aroma. Costo meno un euro e mezzo, forse due ma non di più. Questo è il primo piatto che propone un nostro ristorante, è veramente troppo caro per non avere stelle, forchette o cappelli.

    RispondiElimina
  5. Mi hanno detto che la casetta dell'acqua sarà rifornita tramite l'acqua del nostro acquedotto, dunque sarà uguale a quella che tantissimi di noi angeresi usiamo per bere, cucinare, lavarci e così via. Perciò mi chiedo perché dovremo pagare per avere qualcosa che già abbiamo. Solo perché è frizzante? Benissimo. Forse perché i dispositivi della casetta la renderanno più salubre? Spero che non sia così perché significherebbe riconoscere, spero a torto, che quello che viene fatto per l'acquedotto non è sicuro al 100%. Vedo anche che la casetta ha pure un distributore di merendine, cioccolatini e altro come quelli che ci sono nelle ditte o in ospedale, per intenderci. Insomma ci dicono che l'acqua costa meno che al supermercato e poi ci propinano mini dosi di patatine che costano il doppio che in qualsiasi negozio. Da qualche parte dovevano pure tirarci fuori i soldi per coprire i costi. E li tirano fuori a noi propinandoci merendine non sempre salubri e sicuramente costose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che è vicino alla vecchia Soara e che notoriamente il terreno è inquinato anche da amianto mi chiedo se ci sono studi o rassicurazioni certificate che tolgono incertezze alla sanità dell'acqua fornita

      Elimina
    2. Alessandro Brovelli11 settembre 2015 07:49

      L'acqua dell'acquedotto non proviene dal terreno della zona, ma da un bacino idrico, e non viene contaminata da eventuali inquinanti che si trovano nel suolo. L'acqua potabile è prelevata dalle falde profonde, che non sono soggette ad inquinamento. Le analisi chimico-fisiche periodiche sono rassicuranti in questo senso, l'acqua dell'acquedotto di Angera è di buona qualità (a parte le occasionali contaminazioni batteriche, che speriamo non accadano più!). Quindi in questo senso si può essere tranquilli.

      Personalmente sono favorevole alla casetta dell'acqua, perchè si riduce la produzione di rifiuti ed il trasporto su gomma delle bottiglie di acqua (quindi si riducono traffico ed inquinamento). Spero che l'iniziativa abbia successo tra la popolazione.

      Elimina
    3. Grazie della rassicurazione, ora, visto che sembra che lei sia bene a conoscenza, la inviterei a leggere alcune domande apparse sull'altro blog cittadino e provare a rispondere. Sono domande poste all'amministrazione che però si rifiuta di rispondere a parte una risposta sul costo al litro mentre le domande interessanti sono lasciate al nulla. Visto che lei è stato l'unico a rispondere ad un quesito vediamo se sa dirci qualcosa delle altre domande.

      Elimina
    4. Vorrei chiedere se hanno pensato al fatto che il giorno che si dovesse fare la strada dietro la Soara e verso l'Ospedale lo spazio dove adesso è installata la Casetta dell'Acqua sarebbe proprio in mezzo alla prospettata rotonda. Questo dimostra che le tante parole che vengono dette sono solamente parole e nulla più. Ormai in comune sono convinti che quella strada non verrà mai fatta e che dunque le conferenze con slides e progetti faraonici non sono servite a nulla.

      Elimina
    5. Perchè le analisi dell'acqua pubblicate sul sito del Comune sono ferme al 02 ottobre 2014 mentre in altri Comuni sono aggiornatissime?
      DEMOCRAZIA PARTECIPATA!!!!
      Manco i tuoi diritti ti danno!!!!!!!!!!

      Elimina
    6. Alessandro Brovelli19 settembre 2015 17:13

      Concordo. Sarebbe anzi molto importante che le analisi fossero pubblicate tempestivamente, visto che si spinge ad utilizzare l'acqua dell'acquedotto anzichè le bottiglie (attraverso la casetta dell'acqua).

      Elimina
    7. L’acqua proveniente dall’acquedotto viene affinata attraverso il passaggio in un sofisticato sistema di microfiltrazione. Tale sistema, mediante la combinazione di un filtro che rimuove le sostanze indesiderate e di una lampada a raggi UV per la disinfezione, fornisce un’acqua di elevata qualità, pura e sicura, senza alterare le caratteristiche organolettiche del luogo.
      Questo è quello che viene scritto sulla pagina del comune. Ci dicono che grazie a filtri e rifiltri l'acqua è di alta qualità. Vorrei allora sapere se l'acqua del nostro acquedotto è di qualità bassa, visto che per avere acqua di qualità bisogna andare in via Varesina.

      Elimina
    8. "Per l’occasione il Sindaco sarà disposto a mettere 5 centesimi dei suoi per offrire acqua gassata e fresca per tutti, sino ad un massimo di un intero litro d’acqua."
      Questo è ciò che scrive sul suo sito il sindaco e da queste parole non si capisce se voleva essere spiritoso. Insomma non si capisce se troverà un 5 centesimi in fondo ad una tasca e pagherà un solo litro d'acqua ad uno solo fortunato dei presenti oppure ne userà alcuni dei suoi 5 centesimi per offrire un buon numero di litri. Tanto a cinque centesimi al litro anche se offrisse mille litri con tutti i soldi che guadagna come primario il suo portafogli non soffrirebbe per niente. ( 1000 litri = 50 euro)

      Elimina
  6. Anche oggi, giovedì, venditori ambulanti in ogni dove..... Uno particolarmente insistente, vestito da santone, seguiva le persone che non gli davano confidenza. Ma non ci si era incensati anche sui quotidiani locali dicendo che il fenomeno era stato fermato? Non so se da allora ci sia mai stato un giovedì senza questi ambulanti (non quelli del mercato con banchetto regolare!). Che abbiano almeno il buon senso di non rilasciare interviste a vanvera, se non riescono o non vogliono fermare il fenomeno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bellissima canzone di MINA calza a pennello, alla giunta e specialmente al GANASSA sindaco protempore del feudo di Angera.
      PAROLE;PAROLE;PAROLE

      Elimina
  7. Al signore che parla di distributore di generi di conforto accanto alla nuova casa dell'acqua e del costo di patatine 2,5 volte il prezzo medio di vendita chiedo di fare una verifica sul distributore di patatine nella via di mezzo che ha un costo superiore del 1.900%….

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma di che patatine vai cianciando? Hai sbagliato distributore? In quello della via di mezzo non ci sono patatine.

      Elimina
  8. CHI SIAMO? DA DOVE VENIAMO?
    Stamattina sono sceso in paese per vedere quanto gli amici Bianca e Remo hanno voluto regalare a tutta la nostra comunità: una mostra su quello che era il nostro paese in un passato che non è remoto ma neppure recente, un passato che ogni tanto ci frulla nella testa perché quando andiamo a trovare una vecchia zia, i nonni, o persone con qualche anno più di noi questi ci raccontano e ci spiegano di questo o di quello, di una vecchia casa che non c'è più, delle fabbriche ormai chiuse, delle persone che ormai vivono bene solo nei loro ricordi. Ho trovato il tutto molto bello, buone spiegazioni, ottima cartellonistica, belle foto. Spero solo due cose, che anche in futuro questa iniziativa possa venire ripetuta magari ampliandola ancora (ci sono amanti del nostro paese e collezionisti che potrebbero riempirci di immagini che ci faranno rivivere la nostra vecchia cultura e la nostra storia) e poi che qualcuno un po' lungimirante (dicasi l'attuale o le future amministrazioni) voglia cogliere l'occasione per rendere permanente la nostra storia istituendo un museo della CULTURA ANGERESE. Io non sono stato fortunato: ho lavorato affinché un giornalista portasse qua ad Angera un museo della musica e del vinile ma la miopia di molti non ha permesso di andare avanti nell'iniziativa, ma avevo anche parlato prima delle elezioni 2014 dei miei sogni di avere ad Angera un Museo dello Sport Angerese e un museo della Cultura Contadina, si sarebbero potuti fare con lavoro volontario e con lasciti o donazioni da parte della popolazione, ma sembra che anche questi sogni siano destinati a morire alle otto di mattina quando arriva la sveglia. Tornando a noi e oggi. io invito tutta la nostra comunità a passare una mezz'oretta alla chiesetta delle Suore per vedere un po' della nostra storia. In questo momento sicuramente sarà una mezz'ora spesa non bene, BENISSIMO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei essere una mosca per vedere quanti consiglieri della maggioranza andranno a vedere questa bella mostra. Siccome non l'hanno organizzata loro allora non si deve andarci ma stare a pensare e fare le solite festicciole di piazza. Troppa cultura può far male alle loro menti semplici.

      Elimina
  9. Massimo, aggiungiamo un museo dei presepi che la signora Zipoli aveva offerto gratuitamente, bastava trovare una sistemazione stabile, ma ..... sembra che anche questa idea non fosse abbastanza interessante per Angera.

    RispondiElimina
  10. Vi conviene andare a vedere almeno la chiesetta perchè tra un pò non la vedrete più.
    Tutto demolito per fare posto ai condomini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma chi vuoi che costruisca un condominio in quel posto? Già costa molto comperare tutto il terreno e fare una palazzina che avrebbe poco sole grazie a Sing Sing e sempre grazie a quello nemmeno un minimo di vista avrebbe difficoltà ad essere venduta. Lì ci potrebbe stare solo una bella ristrutturazione per avere un centro sociale oppure ci starebbe il trasferimento di tutti gli uffici del municipio per lasciare libero lo spazio dell'attuale casa comunale per costruire qualcosa per il turismo (es. un bell'albergo). Speriamo però che un prefetto zelante non si accorga di quelle costruzioni per farne un centro per cento o duecento profughi

      Elimina
  11. Insomma quante critiche!
    Non li leggete i giornali?
    Fianlmente Angera si sta svegliando e tutti criticano....
    Gli spazi verdi gestiti dalle Associazioni
    Gli orti per pensionati e bimbi
    Angera come la California con i sui vigili in bicicletta
    Il problema degli "ambulanti" che molestavano le vecchiette risolto
    Associazioni che aiutano gli anziani a portare a casa la spese
    Negozi che riaprono in via Greppi con il contributo dell'amministrazione
    Tanti altri bei progetti in previsione in autunno.....
    Una pro logo in ripresa che organizza feste con altre associazioni che sino a ieri si occupavano di camelie e destinavano il ricavato all'ospedale di Genova
    Perchè così tante critiche?

    P.S. mi scuso se ho tralasciato qualche altro progetto che al momentomi sfugge.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quali associazioni gestiscono spazi verdi e quali sono questi spazi?
      Quanti pensionati passano le giornate a coltivare gli orti comuni? I bambini invece si divertono. E meno male
      Quante volte avete visto uno dei nostri poliziotti in bicicletta?
      Qualcuno dice che i molestatori e gli accattoni continuano ad esserci
      Chiediamo ai giovani se l'iniziativa dell'aiuto per la spesa continua o se è caduta col tempo.
      Abbiamo visto qualche negozio aperto con i 1500 euro dati dal comune? L'unico spazio rimesso a posto sarà per ora la sede di ViviAngera. Ma quanto è ricca questa associazione, non era meglio avere meno spazi e con i soldi dell'affitto fare opere di bene?
      Pro Logo? già il nome è imbarazzante il resto non si sa. per ora non escono da Barzola o Capronno

      Elimina
    2. Sì, qualcosa hai dimenticato:
      - la somma di 1500 euro versati all'ASCOM per la notte bianca (forse la notte bianca è quella che passano gli angeresei pensando a dove vanno a finire le loro tasse);
      - la Scuola materna che sprofonda e che ancora non si sa se mantenerla o costruirne un'altra altrove;
      - il Pedibus che lo scorso anno scolastico ha faticato a decollare, magari ora decolla anche questa idea, come gli ultraleggeri....
      Temo che anch'io possa aver scordato qualcosa....

      Elimina
    3. Da dove decolleranno gli ultraleggeri?
      magari da 500 metri in linea d'aria di distanza da un'oasi protetta?
      Bellalì!

      Elimina
    4. Guarda che se partono dai pratoni o dal lago lì davanti la distanza non è cinquecento metri ma solamente meno di duecento, l'Oasi è appena appena al di là dell'Isolino e forse comprende anche un pezzetto di lago.

      Elimina
    5. Se non ricordo male dovrebbe esserci una commissione che si occupa dell'oasi e di quella area " protetta".
      La commissione non dice nulla?
      O anche questo tipo di manifestazioni che prevedono la partenza di veivoli a motore rientrano nel piano di tutela e valorizzazione dell'oasi?
      C'era chi si lamenteva del raduno delle macchine d'epoca che facevano rumure e inquinavano e ora..... tutto bene?

      Elimina
    6. Alessandro Brovelli16 settembre 2015 14:07

      Scusate ma mi sfugge qualche cosa: a quale manifestazione con gli ultraleggeri vi riferite?

      Elimina
    7. Caro Alessandro, se entri nel sito del Comune di Angera e leggi il programma del Settembre Angerese potrai trovare quanto ti è ignoto nel giorno sabato 19 settembre:
      •ore dalle 10.00 alle 18.00 sul lungolago Giornate Europee del Patrimonio "Angera in volo esibizione di paramotori e voli turistici con idrovolante" (Ass. Paramotoristi Italiani). Per info: ufficio cultura tel. 0331.930168 - cultura@comune.angera.it
      Non so se sorvoleranno l'Oasi e se disturberanno meno la fauna ivi presente. Peccato che in comune nessuno si sia premurato di fare sapere alla vostra commissione questa eventualità. Ma sappiamo benissimo che per quello che decidono non importa l'attenzione verso gli altri, verso la natura, verso le persone. Lo decidono e basta. È Vangelo e peste colga chi osa contestare.

      Elimina
    8. Sarebbe servito per dare un po' di animazione "frizzante" agli angeresi e ai turisti. Infatti originariamente era previsto un volo di un noto gestore di bar del lungolago che avrebbe distribuito, invece dei petali di rosa dei funerali romani, qualche kiletto di polvere della felicità made in Tirana

      Elimina
    9. Charles Lindberg16 settembre 2015 14:49

      In questo fine settimana, sia sabato sia domenica, tutti e due i giorni ci saranno esibizioni di paramotori e di idrovolanti. Tu pensi che nessuno sorvolerà l'Oasi o ammarerà lì vicino? Bella speranza! Chiedere all'ufficio cultura.

      Elimina
    10. Settembre angerese:
      Giornate europee del patrimonio
      Dalle ore 10 alle ore 18
      Angera in volo
      Esibizione di paramotori e voli turistici con idrovolante
      Associazione paramotoristi italiani

      Elimina
  12. Dal sito del comune:
    Settembre Angerese
    sabato e domenica Angera in volo dalle 10,00 alle 18

    RispondiElimina
  13. Alessandro Brovelli16 settembre 2015 18:42

    Grazie a tutti! questa attività mi era sfuggita.
    Mi hanno informato che si tratta di aereomodelli (cioè modellini in scala ridotta telecomandati), non di veri aerei o ultraleggeri, tranne sabato che ci sarà un idrovolante per alcune (poche) ore. Si tratta (riporto quanto mi è stato detto) di attività a minimo impatto ambientale ed acusto. Vedremo.
    Devo anche aggiungere che ci sono altre attività ben più impattanti e sempre presenti nelle aree immediatamente adiacenti il SIC della Bruschera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti hanno preso in giro. sai cos'è un PARAMOTORE? è un enorme ventilatore che viene portato in spalla da una persona la quale si libra in volo con un paracadute che in fase di partenza viene gonfiato dal famoso ventilatore. E poi se parlano di voli turistici con idrovolanti non mi sembra proprio che si possa parlare di modellini. Perché un conto sono i paramotoristi e un conto sono gli aeromodellisti. Le dimensioni non sono le stesse. Due cose diverse, ma vedremo se ti hanno detto il vero oppure ti hanno fatto marameo. Spero per l'Oasi che non facciano troppo caos e il fatto che ci siano cose più impattanti non giustifica l'aggiunta di altro rumore anche se minore. Vanno azzerate le prime e le altre e non perché uno ruba tanto va bene uno che ruba poco.

      Elimina
    2. Già come se scrivessero che daranno possibilità di fare dei giri con fuoriserie sulle strade e per questo ci dicono che arriverà il Club Ferrari di Travedona e poi invece arrivano un paio di espositori dei modellini della Rivarossi. Sveglia

      Elimina
    3. Io mi domando chi ti ha dato questa risposta quando poi sul sito del comune c'è una fotografia assai esplicita di un paracadute e la didascali che i voli con l'idrovolante saranno sia sabato sia domenica, e che le esibizioni con i paracadute a motore saranno anch'essi per tutti e due i giorni. Non sto a giudicare l'impatto ambientale che potrebbe esserci, non sono certo io in grado di misurare se i motori a ventola dei paramotori, oppure il motore dell'idrovolante, sono così rumorosi e inquinanti, forse no ma ricordo i motorini a miscela che una volta usavano gli aeromodelli che facevano una scia di fumo maleodorante. Quello che dal tuo commento sembra grave è che se è vero che hai chiesto in comune ti hanno detto il falso rispetto a quello che scrivono e a questo punto i dubbi dovresti e dovremmo farceli nascere. Perché non dicono il vero? Forse perché i dubbi della gente sono veri e si sono accorti di ipotetiche contestazioni? Non penso, ma se si organizza si deve pensare a tutto e una volta partiti le cose non devono essere sottaciute o dette a metà.

      Elimina
    4. Indipendentemente dall'iniziativa, negare l'evidenza nel migliore dei casi vuol dire prendere per i fondelli la gente enon aver rispetto di nessuno( se poi chi fa domande fa parte della minoranza... fate voi)
      Se vogliamo poi dirla tutta è segno di insolenza, tracotanza e arroganza.
      Sicuramente atteggiamenti poco apprezzabili per una amministrazione che si propone come chiara e trasparente.
      Alla faccia della democrazia partecipata.
      Complimenti al chitarrista per la sua nuova band!

      Elimina
    5. Signor Brovelli, vada su facebook alla pagina Raduno Piloti Paramotore 19 e 20 settembre dove potrà leggere il programma e anche la piantina di dove saranno installati i pilono gonfiabili alti 12 metri proprio davanti alla zona del Cichirö. Dunque ci saranno voli e gare con mezzi a motore, altro che modellini in scala ridotta, proprio a pochi metri dall'Oasi.

      Elimina
    6. Alessandro Brovelli19 settembre 2015 17:08

      beh, basta anche andare sul lungolago a vedere...

      Elimina
  14. Se vogliamo farci prendere per i fondelli crediamoci.
    Ma sul sito del comune l'immagine è più che eloquente.
    Gli idromodelli sono previsti al porto Asburgico domenica mattina e pomeriggio.
    Paramotori e idrovolanti sul lungo lago sabato e domenica.
    Ho letto male?
    Gentile Alessandro la lingua italiana è veramente bella e le parole sono ben precise e non si possono mal interpretare: cosa sono i paramotori?
    ma evidentemente all'ufficio cultura pensano di aver a che fare con un branco di .................sprovveduti?

    RispondiElimina
  15. sulla pagina fb di a come angera potrete vedere le immagini dei modellini.
    Caro Alessandro.... ringrazia il tuo interlocutore per la risposta che ti ha dato
    chiarezza e trasparenza... oppure la faccia come il

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandro Brovelli19 settembre 2015 17:11

      lo ringrazio fin da ora, visto che legge questo blog ed i relativi commenti

      Elimina
  16. Se per un attimo volessimo tralasciare i problemi dell'oasi (sembra che abbiano anche fatto una delibera per la deroga ai limiti del rumore...), per non farci mancare nulla, sul lungolago di nuovo un bel mercato alimentare, con tanto di pseudo-tappetini sotto i banchi, e con panche per la somministrazione direttamente sulla ghiaia. Ma qualcuno sa dove sia l'ASL o chi per essa che dovrebbe vigilare? E le opposizioni, tra voi, il nuovo gruppo o la Lega, cosa fanno? Stanno a guardare? Non si puo' fare nulla?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla pagina facebook di una componente della maggioranza ci scrivono che c'è stato un incontro con i vertici della regione ma temo che non si sia portato a casa niente di più di qualche tiepida rassicurazione, altrimenti le parole sarebbero state ben più trionfali. Non ci resta che aspettare e sperare ancora un mesetto per sapere qualcosa di più. Sullo stesso commento facebook invitano a non scendere in sterili polemiche per i mercatini. Ma perché? Se c'è una cosa importante non si può più dire nulla del resto? Troppo comodo signori. Se lavorate come meglio potete per l'Ospedale e di critiche al vostro operato non se ne vedono quasi nessuna per il resto se la popolazione vede cose che non vanno questa è autorizzata a dire la propria opinione. Anche se non vi piace.

      Elimina
    2. In tutto questo parlare dell'oasi che sarebbe disturbata dalla manifestazione di paramotori e idrovolanti,non si sono sentititi i verdi e soprattutto i due soliti noti.Queste due signori hannosempre rotto con la tutela della oasi per molto meno con esposti e denunce.Oggi sono muti,sia chiaro che per quanto mi riguarda la protezione dell'oasi non mi interessa,pero' visto che esiste bisogna rispettarla.Se fosse vero he e' stata fatta una delibera ad doc per aggirare le restrizioni questo sarebbe veramente grave,allora sarebbe anche legittimo bruciare tutti i canneti come si faceva una volta.

      Elimina
    3. "Deroga ai limiti di immissione sonora, ord. 2015/94/01-09-2015 in pubblicazione dal 3-9-2015 al 11-10-2015 N.REG. 798/2015". Non ho trovato la deroga alla vendita alimentari sui tappetini sopra alla ghiaia.....ma qualcuno dice che ci sono cose più importanti di cui parlare.

      Elimina
  17. Qualcuno sa dirci a chi sono imputate le spese, entrate/uscite della casetta dell'acqua? La corrente viene pagata da tutti noi o dalla ditta che ha installato? La manutenzione è a carico di chi? C'è qualche divisione tra l'apparecchio che eroga l'acqua e l'altro distributore? Le telecamere da chi sono state pagate e da chi vengono controllate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandro Brovelli25 settembre 2015 09:09

      C'è una apposita convenzione (approvata in c.c.) tra il Comune e la società che ha installato la casetta. Le spese (acqua, luce, manutenzione, etc) sono a carico della società che gestisce la struttura.
      Cosa intende per divisione tra i due apparecchi?

      Elimina
    2. Sono contento che lei, signor Alessandro Brovelli, si stia trasformando nel portavoce comunale per la casetta dell'acqua. Forse la trasformazione è più larga? Provi allora a spiegarci se le voci che stanno girando in paese rispondono a verità o sono soltanto fregnacce. Qualcuno comincia ad evocare che a breve arriveranno anche ad Angera un certo numero di profughi. Non che io ne sia particolarmente preoccupato (a meno che ne arrivino a centinaia), ma mi e ci piacerebbe sapere dove potrebbero essere accolti. In Parrocchia? dalle ex Suore? Al Centro Anziani? Nel nuovo Asilo-Torre di Pisa? Nella ex scuola di Capronno? O dove sennò?. Spero solo che chi arriverà si dimostri riconoscente e anche rispettoso della nostra cultura e che dove verranno accolti questi facciano almeno i lavori di casa per tenere in ordinissimo gli alloggi (troppo spesso si notano in TV nei loro alloggi un bazar di robacce sporcizie e devastazioni) e non che poi questi locali debbano essere ridipinti o peggio ricostruiti e non certo a loro spese. Se poi si riuscisse a coinvolgere questa gente e a farli lavorare per ripagare questa accoglienza, magari tagliando l'erba, facendo piccole manutenzioni o chissà cosa altro sarebbe tutto di guadagnato.

      Elimina
    3. Alessandro Brovelli25 settembre 2015 13:50

      Non sono il portavoce di nessuno. Visto che mi sono informato sull'argomento, e lei chiedeva chiarimenti, li ho dati. Anche perchè non si tratta di voci o pettegolezzi, ma di informazioni contenute in documenti ufficiali, e il ruolo della minoranza (di cui faccio parte) è quello di informarsi e di controllare l'operato della maggioranza.
      Inoltre, per formazione e passate attività lavorative il tema dell'acqua potabile mi è caro.

      Riguardo alla questione profughi, non so nulla. Anch'io comunque non ci vedrei nulla di male, anzi. Ovviamente, bisogna definire delle regole chiare e condivise che vanno poi fatte rispettare. Il rischio demagogia e populismo è sempre in agguato (e di maestri in questo ne abbiamo parecchi...).

      Elimina
    4. E smettiamo di citare come demagogia o peggio come razzismo la voglia di vedere rispettate la nostra cultura e le nostre usanze, di volere che gli ospiti che arrivano da noi, profughi o turisti che siano, lascino quello che hanno trovato o che è stato prestato loro come lo avevano trovato. E poi è demagogia pensare che con i soldi che il governo stanzia per un giorno di presenza in un albergo di un migrante un pensionato riesce a mangiare quasi una settimana? Se un mio parente venisse a trovarmi e rimanesse un certo tempo a casa mia e poi quando se ne va lascia tutto in disordine la prossima volta non ci sarà oppure sarà molto remota. Se un vegano viene da me che sono carnivoro e mi fa la testa quadra anche se gli presento per rispetto cibi consoni alla sua dieta la prossima volta l'invito non ci sarà. Io rispetto lui e che lui rispetti me. Io rispetterò i miei ospiti e che loro rispettano me e la mia gente.

      Elimina
    5. Non sono lo stesso anonimo che le si è rivolto per i profughi, la ringrazio per le risposte sul distributore dell'acqua. Chiedevo se vi era qualche divisione dei due apparecchi perché temevo che qualche spesa fosse a carico degli angeresi e mi pareva assurdo pagarne quellle non relative al solo distributore dell'acqua.

      Elimina

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.