Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

mercoledì 2 settembre 2015

Lavoro, PD: il Paese fuori dalle secche con le riforme. Doveroso andare avanti


“I dati diffusi oggi dall’Istat certificano che la crescita italiana è stabile e ciò si traduce in un aumento dell’occupazione e in una drastica diminuzione della precarietà”. Lo affermano i vicesegretari del Partito Democratico Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini commentando i dati economici che vedono la crescita del PIL nel 2015 attestarsi al +0,7% su base annua e l’occupazione salire a luglio di 235.000 unità rispetto allo stesso mese del 2014.
“L’opera riformatrice iniziata in questo anno e mezzo dal governo Renzi sta producendo risultati concreti e positivi su tutto il territorio nazionale – continuano i due vicesegretari – conducendo il Paese fuori dalle secche della crisi. In questa generale ripresa le riforme sono una componente fondamentale per dare credibilità e competitività all’Italia riportandola ad avere un peso in Europa e più in generale nel contesto internazionale
Oggi l’Italia torna a respirare e noi abbiamo il dovere morale e politico di continuare su questa strada, che è quella giusta. Un dovere che coinvolge l’intero Paese, che quando risponde alle sfide nella sua interezza ottiene risultati importanti”.
*****
“Dopo i primi sei mesi di crescita che chiudono la recessione più lunga dal dopoguerra in avanti, riparte l’occupazione con un balzo che non ha precedenti negli ultimi anni. Cala la disoccupazione al 12% riportando l’orologio indietro a due anni fa.
I dati ISTAT riportano soprattutto un aumento dell’occupazione: il numero di occupati sale in generale a luglio 2015, rispetto al luglio 2014, di quasi un quarto di milione di occupati (+ 235.000). Un aumento di questa entità è una novità assoluta”. Questo il commento del responsabile economico del PD,Filippo Taddei.
“Non sale solo l’occupazione in generale, ma in tutte le componenti: sale, rispetto all’anno scorso, l’occupazione maschile, quella femminile; sale, rispetto al secondo trimestre 2014, l’occupazione al Nord, Centro e Sud.
Infine, l’ISTAT conferma quanto già emergeva dai dati ministero del Lavoro e Inps: è in corso un poderoso miglioramento della qualità del lavoro. Nel secondo trimestre 2015, per la prima volta dal 2010, l’occupazione a tempo indeterminato cresce, su base annuale, di più di quella a tempo determinato; inoltre, per il secondo trimestre di fila, il lavoro a tempo pieno cresce più di quello a tempo parziale. Con l’esclusione dello I trimestre 2015, questo non succedeva dal I trimestre 2011 come ripete ISTAT nel comunicato odierno.
Dopo la svolta della crescita economica, finalmente inizia la svolta dell’occupazione e lo fa con una forza inaspettata”.
*****
“Il netto calo della disoccupazione e la crescita del numero complessivo degli occupati registrati dall’Istat oggi sono le notizie migliori per L’Italia. Avevamo fiducia che dal grande lavoro di questa stagione riformatrice arrivassero risultati concreti e questi sul lavoro, dopo molti segnali incoraggianti, sono forse quelli più importanti”. Lo dichiara la vice presidente del gruppo PD della Camera Silvia Fregolent.
“Soddisfazione anche per il sensibile calo della disoccupazione giovanile: la migliore conferma della giusta direzione in cui ci siamo mossi per riformare il mercato del lavoro da una situazione ingessata, estendendo tutele e combattendo la precarietà. Ora avanti con ancora maggiore energia su questa strada per uscire dalla crisi più forti e competitivi e per combattere resistenze e conservatorismi”.
*****
Ernesto Carbone, della segreteria PD ha dichiarato: “I dati Istat sono un segnale molto importante e dimostrano che la ripartenza della nostra economia è un fatto concreto. Più posti fissi, più stabilizzazioni e calo della disoccupazione: le misure del governo producono i loro effetti e sono la migliore risposta alla canea di catastrofisti che spuntano ad ogni stormir di fronda. Avanti così, proseguire con le riforme indispensabili per la ripresa”.
*****
“L’aumento del numero complessivo degli occupati registrati dall’Istat oggi e la conferma del dato sulla crescita acquisita nel 2015 sono un ulteriore segnale di fiducia e la dimostrazione che l’azione riformatrice di questo governo ha prodotto risultati concreti e stabili”.
E’ quanto afferma il senatore Giorgio Tonini, vicepresidente del gruppo del Partito democratico a Palazzo Madama e membro di segreteria.
“Questi dati ci dicono che stiamo procedendo nella giusta direzione – sottolinea l’esponente pd – e che dobbiamo proseguire su questa strada con ancora maggiore energia per superare definitivamente la crisi e affrontare la ripresa più forti e competitivi di quanto il nostro Paese non sia mai stato prima”.
Tanti i commenti degli esponenti del PD su Twitter
“Dal luglio 2014 ad oggi gli occupati sono aumentati di 235.000 unità (+1,1%). Fatti che danno speranza per il futuro #illavoroprimaditutto”, così la vicesegretaria del PD Debora Serracchiani.
“Cala la disoccupazione, anche quella dei giovani, aumentano i posti di lavoro. La strada è quella giusta, avanti con le riforme #goodnews”, aggiunge il vicesegretario del PD Lorenzo Guerini.
Il ministro Graziano Delrio “Più lavoro e più occupati nel Mezzogiorno. buone notizie #versoSud”
Per il presidente del PD, Matteo Orfini: “I dati Istat sono una conferma importante: il lavoro del @pdnetwork ha rimesso in moto il Paese”.
La responsabile Comunicazione Alessia Rotta scrive: “E alla fine arrivarono gli incontrovertibili dati sul lavoro Istat: a luglio +44mila occupati, +235mila in un anno #lavoltabuona”.
Francesca Puglisi, responsabile Scuola PD: “Nei 12mesi disoccupazione -6,6%(-217 mila persone)Lo dice @istat_it . +120 mila occupati a sud. Il lavoro di questi mesi paga #ItaliaRiparte”
Emanuele Fiano commenta: “La disoccupazione scende a luglio a 12 % in calo 0,5 su mese e 0,9 su anno Minimo da 7/2013. Quasi 1/4 di milione di occupati in più!”
Sabrina Capozzolo:”Dati Istat aumento occupazione in tutta Italia in Agricoltura +2%

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.