Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

martedì 8 settembre 2015

IMMIGRAZIONE: LETTERA DEL SEGRETARIO PROVINCIALE PD SAMUELE ASTUTI





Cari democratici,

il fenomeno migratorio, che sta assumendo dimensioni sempre maggiori, interrogando non solo le nostre coscienze ma anche la politica nazionale ed internazionale, è un problema che deve essere affrontato anche a livello locale, cercando di mettere in campo tutte le risorse possibili per evitare che continuino a verificarsi tragedie umanitarie,come quelle a cui abbiamo assistito in questi giorni. 
A Varese sono arrivati quasi 900 profughi ospitati in circa 30 Comuni.
Il compito di una grande forza politica come il Partito Democratico è quello di non arretrare di un millimetro rispetto ai suoi valori fondanti di solidarietà e prima di tutto umanità, nella consapevolezza del quadro emergenziale in cui si muove il Ministero degli Interni.
E' per questo che con sano pragmatismo abbiamo dato concretezza a questi principi: nelle comunità di molte città, i nostri amministratori, insieme ad associazioni e alle realtà religiose si sono impegnati fin da subito a offrire un sostentamento a chi in questo momento versa in una grave situazione di sofferenza.
A Comerio, Tradate, Venegono Inferiore, Lavena Ponte Tresa solo per citare gli esempi che hanno subito i maggiori attacchi sulla stampa, va tutto il nostro ringraziamento e il nostro sostegno.
Sono comunque davvero molte le comunità che stanno accogliendo in questi mesi, di tutti i colori politici.
Mi sento infine, di ringraziare tutte le persone che, con spirito di servizio e abnegazione, stanno contribuendo in queste ore a creare una rete di solidarietà e di umanità. 
Il Partito Democratico è il partito che vuole dimostrare solidarietà e concretezza, marcando una distanza netta da chi in passato ha gestito in modo irresponsabile i flussi migratori e che continua ad affrontare oggi tale questione con uno spirito di demagogia e di razzismo.
Lo dimostrano le azioni del Governo che è riuscito a porre nell'agenda dell'Unione europea una questione che fino ad oggi era lasciata quasi esclusivamente ad appannaggio dei singoli Stati.
Anche nella Provincia di Varese intendiamo pertanto proseguire nel sostegno ai nostri Amministratori, nell'opera di accoglienza e di solidarietà che è stata intrapresa. 
In particolare, anche attraverso il Forum provinciale per l'immigrazione, vogliamo proseguire con il lavoro concordato con gli Amministratori e i Segretari di Circolo nella riunione di fine luglio, con l'obiettivo di promuovere la cultura dell'accoglienza e della solidarietà e, parimenti, di fare rete tra i vari Comuni al fine di diffondere le buone pratiche che tanti Comuni stanno predisponendo al fine di organizzare nel modo migliore possibile il sistema dell'accoglienza.

Le felpe e le ruspe lasciamole ad altri
Samuele Astuti
Segretario Prov.le
PD Varese

giovedì 3 settembre 2015

DOMENICA 6 SETTEMBRE: TUTTI A MILANO A SOSTENERE IL GOVERNO, IL PD E MATTEO RENZI!


Domenica 6 alle 17 Matteo Renzi conclude la Festa nazionale de l'Unità

Ai Segretari provinciali PD lombardo
Ai Responsabili provinciali Organizzazione PD lombardo
Ai Responsabili provinciali Comunicazione PD lombardo
Ai Responsabili provinciali Feste de l'Unità PD lombardo
Ai Circoli PD lombardo
Agli iscritti PD lombardo

Carissime, carissimi,

dureranno ancora per qualche giorno gli incontri e i dibattiti alla Festa de l'Unità nazionale che si sta svolgendo a Milano presso i Giardini Indro Montanelli di Porta Venezia.
Trovate qui la pagina Facebook della Festa, mentre a questo link è pubblicato il programma della varie serate e qui trovate la piantina dei diversi stand. Infine qui sono reperibili le semplici indicazioni con cui raggiungere i Giardini (Fermate P.ta Venezia e Palestro della MM1, linea rossa).

Domenica 6 settembre, alle 17, la Festa si concluderà con la presenza di MATTEO RENZI 
E' importante la presenza di tutti noi, e ciascuno è invitato a partecipare.

In attesa di incontrarvi, un caro saluto.

Alessandro Alfieri
Segretario regionale PD lombardo

Fabrizio Santantonio
Responsabile regionale Organizzazione PD lombardo

QUESTO WE TORNA LA FESTA DELLA BRUSCHERA!


mercoledì 2 settembre 2015

Lavoro, PD: il Paese fuori dalle secche con le riforme. Doveroso andare avanti


“I dati diffusi oggi dall’Istat certificano che la crescita italiana è stabile e ciò si traduce in un aumento dell’occupazione e in una drastica diminuzione della precarietà”. Lo affermano i vicesegretari del Partito Democratico Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini commentando i dati economici che vedono la crescita del PIL nel 2015 attestarsi al +0,7% su base annua e l’occupazione salire a luglio di 235.000 unità rispetto allo stesso mese del 2014.
“L’opera riformatrice iniziata in questo anno e mezzo dal governo Renzi sta producendo risultati concreti e positivi su tutto il territorio nazionale – continuano i due vicesegretari – conducendo il Paese fuori dalle secche della crisi. In questa generale ripresa le riforme sono una componente fondamentale per dare credibilità e competitività all’Italia riportandola ad avere un peso in Europa e più in generale nel contesto internazionale
Oggi l’Italia torna a respirare e noi abbiamo il dovere morale e politico di continuare su questa strada, che è quella giusta. Un dovere che coinvolge l’intero Paese, che quando risponde alle sfide nella sua interezza ottiene risultati importanti”.
*****
“Dopo i primi sei mesi di crescita che chiudono la recessione più lunga dal dopoguerra in avanti, riparte l’occupazione con un balzo che non ha precedenti negli ultimi anni. Cala la disoccupazione al 12% riportando l’orologio indietro a due anni fa.
I dati ISTAT riportano soprattutto un aumento dell’occupazione: il numero di occupati sale in generale a luglio 2015, rispetto al luglio 2014, di quasi un quarto di milione di occupati (+ 235.000). Un aumento di questa entità è una novità assoluta”. Questo il commento del responsabile economico del PD,Filippo Taddei.
“Non sale solo l’occupazione in generale, ma in tutte le componenti: sale, rispetto all’anno scorso, l’occupazione maschile, quella femminile; sale, rispetto al secondo trimestre 2014, l’occupazione al Nord, Centro e Sud.
Infine, l’ISTAT conferma quanto già emergeva dai dati ministero del Lavoro e Inps: è in corso un poderoso miglioramento della qualità del lavoro. Nel secondo trimestre 2015, per la prima volta dal 2010, l’occupazione a tempo indeterminato cresce, su base annuale, di più di quella a tempo determinato; inoltre, per il secondo trimestre di fila, il lavoro a tempo pieno cresce più di quello a tempo parziale. Con l’esclusione dello I trimestre 2015, questo non succedeva dal I trimestre 2011 come ripete ISTAT nel comunicato odierno.
Dopo la svolta della crescita economica, finalmente inizia la svolta dell’occupazione e lo fa con una forza inaspettata”.
*****
“Il netto calo della disoccupazione e la crescita del numero complessivo degli occupati registrati dall’Istat oggi sono le notizie migliori per L’Italia. Avevamo fiducia che dal grande lavoro di questa stagione riformatrice arrivassero risultati concreti e questi sul lavoro, dopo molti segnali incoraggianti, sono forse quelli più importanti”. Lo dichiara la vice presidente del gruppo PD della Camera Silvia Fregolent.
“Soddisfazione anche per il sensibile calo della disoccupazione giovanile: la migliore conferma della giusta direzione in cui ci siamo mossi per riformare il mercato del lavoro da una situazione ingessata, estendendo tutele e combattendo la precarietà. Ora avanti con ancora maggiore energia su questa strada per uscire dalla crisi più forti e competitivi e per combattere resistenze e conservatorismi”.
*****
Ernesto Carbone, della segreteria PD ha dichiarato: “I dati Istat sono un segnale molto importante e dimostrano che la ripartenza della nostra economia è un fatto concreto. Più posti fissi, più stabilizzazioni e calo della disoccupazione: le misure del governo producono i loro effetti e sono la migliore risposta alla canea di catastrofisti che spuntano ad ogni stormir di fronda. Avanti così, proseguire con le riforme indispensabili per la ripresa”.
*****
“L’aumento del numero complessivo degli occupati registrati dall’Istat oggi e la conferma del dato sulla crescita acquisita nel 2015 sono un ulteriore segnale di fiducia e la dimostrazione che l’azione riformatrice di questo governo ha prodotto risultati concreti e stabili”.
E’ quanto afferma il senatore Giorgio Tonini, vicepresidente del gruppo del Partito democratico a Palazzo Madama e membro di segreteria.
“Questi dati ci dicono che stiamo procedendo nella giusta direzione – sottolinea l’esponente pd – e che dobbiamo proseguire su questa strada con ancora maggiore energia per superare definitivamente la crisi e affrontare la ripresa più forti e competitivi di quanto il nostro Paese non sia mai stato prima”.
Tanti i commenti degli esponenti del PD su Twitter
“Dal luglio 2014 ad oggi gli occupati sono aumentati di 235.000 unità (+1,1%). Fatti che danno speranza per il futuro #illavoroprimaditutto”, così la vicesegretaria del PD Debora Serracchiani.
“Cala la disoccupazione, anche quella dei giovani, aumentano i posti di lavoro. La strada è quella giusta, avanti con le riforme #goodnews”, aggiunge il vicesegretario del PD Lorenzo Guerini.
Il ministro Graziano Delrio “Più lavoro e più occupati nel Mezzogiorno. buone notizie #versoSud”
Per il presidente del PD, Matteo Orfini: “I dati Istat sono una conferma importante: il lavoro del @pdnetwork ha rimesso in moto il Paese”.
La responsabile Comunicazione Alessia Rotta scrive: “E alla fine arrivarono gli incontrovertibili dati sul lavoro Istat: a luglio +44mila occupati, +235mila in un anno #lavoltabuona”.
Francesca Puglisi, responsabile Scuola PD: “Nei 12mesi disoccupazione -6,6%(-217 mila persone)Lo dice @istat_it . +120 mila occupati a sud. Il lavoro di questi mesi paga #ItaliaRiparte”
Emanuele Fiano commenta: “La disoccupazione scende a luglio a 12 % in calo 0,5 su mese e 0,9 su anno Minimo da 7/2013. Quasi 1/4 di milione di occupati in più!”
Sabrina Capozzolo:”Dati Istat aumento occupazione in tutta Italia in Agricoltura +2%

martedì 1 settembre 2015

FESTA NAZIONALE DE L'UNITA' A MILANO!

“C’è chi dice sì. Dalla parte di chi cambia l’Italia” è lo slogan scelto per la Festa nazionale dell’Unità del 2015 che inizierà il 25 agosto a Milano e si concluderà il 6 settembre con il segretario Matteo Renzi.
 La cornice è quella dei giardini Indro Montanelli, l’inaugurazione sarà martedì 25 agosto alle 18,30, cui seguirà, alle 20, l’incontro con il fumettistaMakkox.
Primo dibattito della kermesse, alle 20,30, con la vicesegretaria dem Debora Serracchiani e il presidente del Senato Pietro Grasso intervistati da Massimo Franco.
Conclude la prima serata il concerto, gratuito, di Giuliano Palma alle 22.
*******
“La città di Milano ospita l’Expo e rappresenta la rinascita e lo sviluppo dell’Italia”, queste le parole di apertura del tesoriere Pd Francesco Bonifazi. Con lui, nella conferenza stampa di presentazione della Festa, i vicesegretari Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini.
 “Per la prima volta- spiega Bonifazi- il Pd nazionale si accolla i costi di tutta l’attività di allestimento, lasciando al Pd milanese lo sfruttamento di ristoranti bar e quant’altro”. Ci sarà, poi, “uno spazio dedicato al giornale dell’Unità che verrà costruito direttamente alla festa. È un momento importante perché questo glorioso marchio si riunisce col luogo che gli è proprio, la festa” che, conclude, “costerà 500 mila euro”.
“La festa nazionale dell’Unità si concentrerà sul tema delle riforme e sarà un’occasione per raccontare le tante riforme fatte e quelle che faremo nei prossimi anni”. Così la vicesegretaria del Pd Debora Serracchiani, nel corso della conferenza stampa.
 “Saranno presenti i ministri e tutti gli esponenti del Pd – ha aggiunto Serracchiani- ci sarà un confronto tra le forze politiche di maggioranza e opposizione per avere un contributo ampio, si parlerà di economia, tanto lavoro, taglio delle tasse, riforme istituzionali. Ci saranno le presentazione dei libri, eventi legati al cibo,è una festa che ci impegnerà dal 25 al 6 settembre con dibattiti alle 18 e 30 e alle 21″.
 Per il vicesegretario Lorenzo Guerini: “La scelta di Milano è per sottolineare il significato del grande evento Expo”. “La festa sarà caratterizzata da momenti importanti di dibattito, sui temi che riguardano l’agenda del paese e per raccontare quello che stiamo facendo per l’Italia, ha concluso Guerini, ” e sarà una occasione di confronto utile al Paese, confronto che viene sempre auspicato e trova nel Pd chi questo dibattito lo favorisce”.
 Alfieri, Serracchiani, Bussolati all'inaugurazione della festa