Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

lunedì 8 giugno 2015

News dal PD

Per chiarezza, rispetto alla confusione generata da alcune prese di posizione delle ultime settimane, sottolineiamo che - come chiaramente indicato nell'intestazione di questo blog - il gruppo di Angera Democratica/PD di Angera sostiene con lealtà e collabora con la lista civica ABC - Angera Bene Comune, di cui è parte integrante. Ogni altra ipotesi ventilata nei giorni scorsi è priva di fondamento.

Abbiamo ri-aperto la possibilità di commentare, anche in maniera anonima, ma tutti i commenti saranno sottoposti a moderazione preventiva. In particolare verranno eliminati i commenti offensivi, con riferimenti a persone, ed anche commenti riguardanti situazioni non verificabili. Questo fermo restando che tutte le segnalazioni, anche anonime, verranno approfondite.
In caso vogliate segnalare delle problematiche, vi chiedo di essere il più precisi e chiari possibile ed eventualmente anche di segnalare documentazione a supporto. 

Grazie

Alessandro Brovelli

32 commenti:

  1. Veramente non basta che i commenti stupidi vengano prontamente cestinati non appena i gestori ne vengano a conoscenza? Non conosco bene le leggi ma se veramente ci fosse un pericolo di querele per commenti anche offensivi uno strumento come Facebook non potrebbe nemmeno lavorare. Dobbiamo comunque accontentarci e sperare che non ci siano troppe occasioni di essere cestinati, dovete però darci le possibilità di dire la nostra anche se qualche volta nella foga sfuggono parole un po' forti.

    RispondiElimina
  2. Simone Franceschetto8 giugno 2015 17:51

    ci auguriamo tutti che i commenti siano rispettosi verso le persone e che, possibilmente, siano firmati da chi scrive. In un clima sempre di valore aggiunto verso la comunità in cui si vive
    saluti

    RispondiElimina
  3. Che bello sarebbe se il Consiglio Comunale tutto,maggioranza e minoranza, si esprimesse ufficialmente davanti ai minacciosi sproloqui di Maroni, il quale vorrebbe tagliare i trasferimenti regionali ai comuni che si rendessero disponibili ad ospitare qualche migrante e quindi tagli anche alla nostra comunità, qualora ci fosse richiesto.
    Non ho dubbi sul pronunciamento favorevole all' accoglienza da parte del gruppo di minoranza; mi piacerebbe sapere come si comporterebbe il gruppo di maggioranza e il Sindaco.
    Davanti ad un problema così delicato la scelta diventa un discrimine qualificante verso i diritti dell'uomo, i valori di una società e i valori politici fra destra e sinistra. Avremmo così modo di capire come pensano uomini e donne delle liste civiche che affermano di abiurare la politica e si capirebbe di quali valori sono portatori, perché amministrare un paese anche piccolo come Angera si esprimono valori e sensibilità che poi diventano scelte politiche

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli italiani compongono un popolo di brava gente ma il problema, perché è veramente un problema, di questi profughi è una cosa importante, Se ci fosse un milione di profughi che arriva in Italia ad Angera ne toccherebbe un bel centinaio, ed effettivamente mica sono pochi. Basterebbe che chi sproloquiasse conto gli sproloqui di Maroni e degli altri governatori si facesse promotore di una lista di "volonterosi" che si dichiarino pronti ad ospitare uno di questi migranti e che presenti questa lista alle autorità. Io non mi metterò in lista. Perché siamo sempre pronti a far si che gli altri ospitino, basta che non vengano da noi, vero? Abbiamo tutti il diritto di dissentire, anche di dire che abbiamo timore di questa marea che ci cambierà la nostra vita per il futuro. Io sto con questi governatori. Aiutiamoli a stare nei loro paesi e non a venire qua. Che di disoccupati e derelitti ne abbiamo a sufficienza. Quando i nostri migranti cento o duecento anni fa andavano nelle Americhe trovavano poca gente, spazi enormi ed incontaminati, opportunità ed occasioni. Qua invece non siamo in USA, Brasile o Argentina, spazio non ne abbiamo, opportunità men che meno.

      Elimina
    2. Accorgersi e dire che il problema è grande è già un fatto positivo, sono le soluzioni che Lei propone ad esser sbagliate e demagociche e le spiego il perché: affermare di farsi promotore di una lista di volonterosi pronti ad ospitare un po' di migranti è un modo educato per dire le stesse cose rozze che dice Salvini:- i migranti perché non te li porta a casa tua!
      Personalmente credo fermante nell'opera di volontariato e sono convinto che molta brava gente risponderebbe, ma visto che il problema è immane, epocale, non le pare che sia la collettività nazionale ed INTERNAZINALE e quindi la politica a doversi far carico del problema?
      Lei dice " Aiutiamoli a stare nei loro paesi e non a venire qua", come non essere d' accordo! Ma un po' di storia Lei la conoscerà
      Sono di più o di meno di 200 anni che li stiamo depredando? Ha presente le colonie,anche nostre, Somalia Eritrea? Ha presente l'uso dei gas che abbiamo fatto in questi paesi?
      E non è finita , noi evoluti occidentali, continuiamo a depredare strizzando l'occhio dal dittatore di turno che ci permette di continuare la razzia.
      Non ho la pretesa di convincerla, spero solo di riuscire a farla pensare!!!

      Elimina
    3. Diciamo solo che la COLLETTIVITÀ INTERNAZIONALE non ha alcuna intenzione di darci una mano a ospitare nel loro Stati una parte, che deve essere consistente e ben percentualizzata, di questo flusso migratorio. Anzi se NE FREGANO PROPRIO DI NOI. Per ora si vede che Francia e Austria e Slovenia rimandano indietro a noi i profughi che tentano di uscire dall'Italia, alla faccia della cooperazione internazionale. Siamo SOLI, SOLI, ha capito? E quando arriveranno un milione o più di profughi? Quando arriveranno i diseredati di Siria e Iraq, che sono milioni? Casualmente ci penso e ne sono terrorizzato, per questo vorrei che stessero a casa loro. Gli occidentali hanno sbagliato nell'epoca coloniale, ma era così per tutti, però non si può continuare a dire questo senza fare nulla. Se anche personaggi del nostro governo sono dell'idea di fare qualcosa in loco perché non farlo? I gas sono stati anche usati in Europa da tedeschi e alleati ben di più che in Etiopia, e allora? Una tragedia, certo, e le tragedie le abbiamo avute ben più qua noi che tutta l'Africa, almeno nel "secolo breve".

      Elimina
  4. Simone Franceschetto10 giugno 2015 11:18

    per quanto riguarda l'accoglienza degli immigrati, penso che serve un coordinamento Europeo. Non è che un piccolo comune deve farsene carico da solo. Solo se tutti fanno la propria parte, allora anche i piccoli Comuni potranno farsene carico di questo problema sociale. Non è una passeggiata, ma è un fatto che può generare anche instabilità sociale.. Poi credo che gli immigrati andrebbero accolti solo se questo è accompagnato da un lavoro e se c'è la possibilità di tenerli occupati durante la giornata. Non sono daccordo nel mantenimento senza nessuna attività...si creerebbero unicamente scippi e disordine pubblico. Continuo ad essere convinto che bisognerebbe prima aiutare i bisognosi nel proprio territorio di origine: ma qui serve una visione Europea...l'Italia da sola non può farsene carico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Toh. Qualcuno che dice le stesse parole di Salvini. L'Europa se ne fa un baffo di noi, ma sembra che i nostri governanti non si accorgono di valere come il due di picche quando la briscola è cuori. Un segretario locale di PD che teme scippi e disordine pubblico? Ma và? L'invenzione dell'acqua calda?Il fatto che potremo accettare solo chi lavora è sacrosanto. Lo stato non è in grado di mantenere decentemente gli italiani che hanno perso o che non trovano lavoro e pensiamo di farci carico di un milione di profughi senza tangibile speranza? Perché a duemila arrivi al giorno tra un anno o poco più ne avremo qua un milione. Io sto con Salvini.

      Elimina
    2. Ma infatti leggendo quanto affermato da"io sto con Salvini" mi sono domandato, visto che l'età non sempre è un vantaggio, se per caso
      non avessi sbagliato blog.
      Confortato dal fatto di non aver sbagliato, mi domando all'ora come può Franceschetto coniugare le politiche sull' immigrazione del PD (partito che ho votato) con le sue ..... convinzioni? Se si, sommessamente le dico che forse ha sbagliato partito,perchè quelle citate sono le solite parole becere ed ottuse che la destra ci propina quotidianamente, parlando non al cervello della gente ma alla pancia (o anche più sotto)
      Inquietante è il fatto,questo si, che affermazioni tipiche della destra più conservatrice e retriva le faccia il segretario del PD di Angera

      Elimina
    3. Alessandro Brovelli11 giugno 2015 11:44

      Condivido il commento di brontolo, purtroppo (per il Circolo PD di Angera). Anche perchè tra le serate tematiche che abbiamo organizzato, una è stata dedicata al tema dell'immigrazione, ed i concetti emersi non sono proprio in linea con quanto espresso dal nostro segretario...

      Elimina
    4. Io Sto Con SALVINI11 giugno 2015 13:21

      Forse è il caso che i Pdini di Angera facciano un esame di coscienza attento e se capissero che il segretario locale si schiaccia sul sindaco come ottimo supporter (Mister Linguetta?) e che esterni commenti che non sono nella mente del PD sulla immigrazione, dovrebbero informare la struttura provinciale e prendere le opportune decisioni.

      Elimina
    5. Simone Franceschetto11 giugno 2015 14:36

      Le idee del PD, anche locale, è chiaro che sono lontane anni luce a quelle della Lega. Non mi sembra il caso di ribadirlo. Ho solo sostenuto che l'immigrazione va gestita con una visione di insieme, sistemica e possibilmente Europea, non lasciandlo ai piccoli Comuni che se la smazzino da soli. E' na posizione di buon senso condivisibile credo, al di là del proprio colore politico.
      Saluti

      Elimina
  5. Simone Franceschetto11 giugno 2015 12:04

    Caro Brontolo, potrebbe anche firmarsi.
    Cmq la mia posizione, senza demogogia alcuna, è che il problema dell'immigrazione andrebbe gestito con una visione sistemica e non lasciare il dramma di risolverlo ai piccoli comuni.
    In modo coerente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente quello che dice Salvini, sono contento che anche nel PD le posizioni di lega, maroni, Salvini e anche dei 5stelle comincino a fare breccia. Bravi.

      Elimina
    2. Come non esser d' accordo..... è la temerarietà dei concetti espressi in prima battuta a preoccupare, se li rilegga e troverà l'affinità di
      pensiero con l'amico della Lega.
      Franceschetto, se ci dovesse essere un' occasione pubblica, con all'O del G i concetti in discussione, non avrei nessun problema ad esprimere il mio pensiero pari, pari come sopra.
      Spero sempre in uno svarione da parte sua ( sarebbe grave per cui difficile da credere) quindi non se la prenda con lo pseudonimo col quale firmo,non è questo che può spaventare un democratico,sono la,ripeto,temerarietà dei concetti espressi dal Segretario del PD a preoccupare

      Elimina
    3. IL FIACCHERAIO DI PSAMMATIA12 giugno 2015 11:18

      Ma state attenti che molti esponenti del governo parlano di spostare il problema dell'accoglienza, dei campi profughi e della concessione di asilo dal nostro territorio al suolo libico. Io sono dell'idea che se gli altri Stati europei non ci danno una mano in questo frangente molto difficile, in questo tempo nel quale l'Italia si trova e si troverà sempre più in difficoltà cosa cade l'utilità di stare in un consesso che ci tratta come gli ultimi. Ma ditemi a cosa serve l'Europa oggi? Alle quote latte? alla deliberazione delle curvature di banane, zucchine e cetrioli? A farci chiudere le industrie a favore di quelle tedesche? Eh checcazzo! Mi hanno sempre detto che le navi militari sono di fatto territorio dello Stato di appartenenza, mi hanno detto che i profughi devono essere assistiti dal primo Stato nel quale arrivano. e dunque se i profughi salgono su una nave inglese, francese, spagnola eccetera dovrebbero essere portati in Inghilterra, Francia. Spagna e così via e invece li portano da noi. Perchè le regole vanno sempre contro gli italiani?

      Elimina
    4. Alessandro Brovelli12 giugno 2015 12:48

      Anche a mio avviso è cruciale che vanga riconosciuta la dimensione europea del problema. Purtroppo sembra sempre più che i concetti di di collaborazione, fiducia e mutuo aiuto tra stati, in origine cruciali per l'Unione Europa, siano un fastidio. Lo si vede dal caso Grecia, dal problema dei migranti ed in tante altre piccole cose. Il nazionalismo sta spesso vicendo (purtroppo!).

      Elimina
    5. Mi domando perché dobbiamo sentirci dare del nazista o del fascista quando diciamo che il flusso di questi profughi ci fa paura, quando diciamo che non vogliamo averli nei nostri paesi? In fondo è quello che ci stanno dicendo tutti gli stati europei, no? Mi domando perché dobbiamo accettare sempre supinamente le decisioni degli altri? Non siamo liberi di dire la nostra opinione senza venire insultati solo perché qualcuno in alto non la pensa come noi, non possiamo scegliere chi volere vicino a noi? Ne abbiamo già abbastanza di disoccupati, ne abbiamo abbastanza di pagare tasse e tasse e tasse e dover anche mantenere una struttura di assistenza che ci costerà miliardi di euro a scapito delle nostre scuole, dei nostri ospedali, delle nostre forze dell'ordine, delle nostre strade, delle nostre case.

      Elimina
    6. Simone Franceschetto12 giugno 2015 18:02

      Ripero...al di la del colore politico, il pporblema profughi va gestito con un cappello Europeo e non lasciare la gestione unicamente ai piccoli Comuni. Prima ci deve essere un lavoro e la certezza che gli immigrati siano occupati durante la giornata. Non possiamo permetterci il dramma di avere centinaia di persone immigrate in giro tutto il giorno per le piccole nostre Comunità. Questo vuol dire buon senso. E no chiuderei gli spiragli prima di aiutarli nei loro territori, diminuendo il flusso di barconi nelle lostre frastornate coste.

      Elimina
  6. Scorrendo il blog vedo,"Giornata mondiale del rifugiato. Persone in fuga: la sfida dell'accoglienza e immigrazione. Il segretario di Angera parteciperà? Spero di si, forse imparerà qualcosa, perché non lo vedo molto in sintonia col PD
    Ogni volta che trovo un post sull' immigrazione con le solite parole d' ordine tipiche della destra trovo sempre il segretario in assonanza completa: aiutiamoli là, facciamoli lavorare,non voglio vederli in giro.......
    Basta per favore......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IL FIACCHERAIO DI PSAMMATIA14 giugno 2015 10:33

      DUNQUE LEI DICE CHE DOBBIAMO PORTARLI QUA IN ITALIA? SA CHE IN AFRICA CI SONO ALMENO CINQUECENTOMILIONI DI PERSONE? DUNQUE LEI DICE CHE NON DEVONO AVERE UN LAVORO E PERCIÒ VIVERE ALLE SPALLE NOSTRE? MA SE IL NOSTRO GOVERNO (OGGI PD) NON SA COME AIUTARE LA POVERA GENTE ITALIANA, CHE ABBASSA I TEMPI DELLE CIG, CHE DÀ PENSIONI DA FAME, CHE DÀ STIPENDI RIDICOLI AI MAESTRI.DUNQUE LEI DICE CHE STA BENE CHE SIANO IN GIRO IN OGNI DOVE? COME NELLE STAZIONI, NEI PARCHI, NELLE STRADE, MALATI E ARMATI? NON MALE COME IDEA, PROPRIO DA PAESE DI BENGODI..................PER LORO,. MA A ME NON PIACE, MI FANNO PENA CERTO, MA NON ABBIAMO POSTO PER TUTTI LORO, UN PO' VA BENE MA TROPPI ANDRANNO A SCAPITO NOSTRO E DEI NOSTRI FIGLI E NIPOTI. E QUESTO NON VA BENE.

      Elimina
    2. Simone Franceschetto15 giugno 2015 09:24

      Lei Brontolo ha proprio pche argomentazioni da metetre sul tavolo in ambito immigrazione. Ripeto: per me il tema non dovrebbe avere colore politico, ma solo di buon senso (e non mi piacciono i toni demagogici della Lega). Bisogna fare il possibile (a livello Europeo) per aiutare i profughi nei loro territori di origine, perchè solo in Italia e nei piccoli comuni non ci sono le risorse e lo spazio sufficiente per accoglierli tutti. A meno che l'Europa nel suo insieme livelli il numero dei profughi in tutti i Paese Europei (ma mi sembra di capire che la Franca del socialista Hollande non è del tutto d'accordo..peccato...ci vorrebbe una comunione di intenti in Europa, se vogliamo diventare realmente, come mi auguro, un unico Stato Federato, stile USA).
      Io però penso anche che l'Italia dovrebbe essere in grado di attrarre non solo i profughi e gli immigrati che arrivanod ai barconi dalla coste africane, ma anche immigrati con un alto grado di scolarizzazione e conoscenza. Solo così potremmo essere in grado di valorizzare veramente gli stranieri che arrivano nel nostro Paese Il nostro Paese dovrebbe diventare appetibile per i tanti ricercatori stranieri (anche extra-UE). E non solo far scappare le nostre alte menti verso l'estero. Quindi un contro-esodo in grado di attrarre stranieri con un alto livello di conoscenza...solo così la competitività industriale e sceintifica del sistema Paese sarà capace di riprendere lo slancio.
      Spero di essere stato chiaro
      saluti

      Elimina
    3. LA ROSA PURPUREA DEL CAIRO15 giugno 2015 18:06

      Poco tempo fa alcuni hanno applaudito la decisione della attuale amministrazione di provvedere all'allontanamento di alcuni "vucumprà" o di alcuni accattoni che, fastidiosamente, frequentavano il mercato settimanale o le vie e piazze cittadine, chiedendo di fatto un aiuto. Nella decisione, passata anche alla stampa, se non ricordo male, queste fastidiose persone venivano allontanate dal paese, addirittura accompagnandole al battello e, di fatto, spostando il problema ai vicini di Arona.. Ero contento di questa attenzione alla tranquillità del paese. Ora invece mi dicono che dobbiamo fare sacrifici e invece che aiutare i pensionati da 500 euro al mese dobbiamo di fatto aiutare e convivere con gente disperata che arriva a riempire stazioni e giardini con i loro accampamenti, con scabbia, malaria (dicono) e tubercolosi, con i bisognini fatti dove si può. Come sei conciata male ITALIA! Lo stato sembra assente e occupata a pensare al sindaco di Venezia o di Trani, mentre questi derelitti vengono aiutati dal volontariato e non dall'amministrazione pubblica.

      Elimina
    4. Troppo semplice polemizzare con lei,Franceschetto. Allora, vanno bene gli ingegneri, gli altri ....zi loro ,facile eh Bel ragionamento, proprio al di là del colore politico, peccato che di sinistra non abbia niente.

      Elimina
    5. Simone Franceschetto16 giugno 2015 08:36

      Lei è proprio un bel "brontolo" rompi p... :-)
      Cmq alla fine vedrà che riuscirà a capire...magari ci vorrà del tempo, ma riuscirà anche lei a comprendere cosa voglio dire.
      Buona giornata

      Elimina
  7. Al fiaccheraio....Sono più del doppio di quanti dice Lei.Non mi prenda per un utopico buonista.Il problema è di proporzioni immani difficile, difficilissimo d'affrontare e governare,ovvio che da soli non ce la faremo mai e quindi solo con la cooperazione internazionale si può affrontare il problema e vedere di trovare qualche soluzione Nell'immediato tutti i paesi europei dovrebbero farsi carico del problema ed aprirsi all'accoglienza, cosa che purtroppo non sta accadendo e proprio per questo, gli organismi internazionali ONU per primo devono intervenire ed imporre al mondo che il problema non può e non deve essere solo italiano, perché così sarebbe inrrisolvibile.Poi,è vero, dobbiamo aiutarli là, nei loro paesi.Se su quanto affermo Lei può anche essere d'accordo, faccio presente, ,che il tutto non è per niente semplice d' applicare nell'immediato, per una molteplicità di ragioni (egoismi, organismi che non funzionano, guerre, malattie e chi più ne ha più ne metta). Davanti a questo quadro che è sotto gli occhi di tutti non,ci si può meravigliare davanti all' esodo che stiamo assistendo, Stanno morendo, stanno morendo adesso, non hanno nulla da perdere,è un' inlusione sperare di fermarli, non li fermeremo neanche con le cannoniere ,è un PROBLEMA che va gestito e governato.
    La sinistra lo vuole governare anche attraverso l'accoglienza, la destra preferisce dire che il problema non ci compete e quindi demagogia a palate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simone Franceschetto16 giugno 2015 09:04

      L'accoglienza può venire in moto SOLO quando tutti i 28 Stati membri Europei accettano di prendersi qualche quota. Se questo non accadrà (purtroppo) allora la soluzione dovrebbe essere quella di aiutarli nei loro territori di origine (tramite cooperazione internazionale) e limitare al massimo gli sbarchi nelle nostre coste (che sono al collasso)...basta vedere quello che sta capitando in Stazione Centrale...non possiamo più permetterci il degrado e il disordine. La parola sinistra dovrebbe essere quella di aiutarli ad emergere nei loro territori di origine (solo tramite l'Europa) e non di dare assistenzialismo a pioggi a a tutti.
      Questo è volere bene alla gente bisognosa e volere il loro futuro e riscatto

      Elimina
    2. Io consiglierei ai nostri governanti: premier Renzi e ministro dell'interno Alfano di non farsi prendere in giro per l'ennesima volta dal consesso europeo. Sembrerebbe che si stiano trovando per discutere l'accoglienza in Europa (negli altri stati in totale e non ciascuno) di un numero di profughi dai 24.000 ai 40.000. Stracazzo, buttate a mare il patto di Dublino, ormai sorpassato, e non parlate di numeri ma di percentuale. Noi Italia prenderemo un certo X%, voi Germania, voi Francia, voi Inghilterra almeno altrettanto e poi a scendere ma equamente a seconda di parametri ben definiti ognuno se ne prenda un certo numero. Sennò dopo i 40.000 cosa faremmo noi italiani se alle nostre coste ne arrivasse un milione, o anche solo cinquecentomila? Tutti qua e l'Europa sarebbe autorizzata a rifiutare? Non dovrà essere possibile che l'Europa possa rifiutare, ALTRIMENTI CHE EUROPA UNITA È?

      Elimina
    3. Mi dica, Segretario del Pd di Angera,cosa risponde a Renzi quando afferma che se la comunità non risponde siamo pronti a fare da soli.Cosa saremo in grado di fare da soli non lo so , comunque è una enunciazione un po' diversa dalla sua, molto diversa
      He lei che fa fatica a capire i concetti base della sinistra

      Elimina
    4. Simone Franceschetto16 giugno 2015 18:53

      Caro Brontolo rompi p....:-) credo di essere più di sinistra di lei...ma la parola sinistra non è sussidi a pioggia a tutti nel mantenimento...ma provare a consentire una crescita e un riscatto sociale anche verso gli ultimi...sinistra come miglioramento e cambiamento, non come conservazione e status quo

      Elimina
    5. Crede di essere di sinistra!. Lei è molto confuso, mi creda
      Basta, sono stufo di polemizzare

      Elimina
    6. Simone Franceschetto18 giugno 2015 13:50

      Brontolo...se ne faccia una ragione che ha poche argomentazioni! :-)
      Io glie le ho fornite...lei poche poche...
      Buon we e si prenda un pò di Sole! :-))

      Elimina

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.