Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

lunedì 23 marzo 2015

SABATO 28 MARZO A VARESE: INNOVAZIONE, PRIMAVERA DEL LAVORO

 ARTICOLO VARESE NEWS

SIETE TUTTI INVITATI A QUESTO IMPORTANTE INCONTRO

 

“Senza impresa non c’è lavoro e senza lavoro non ci sono lavoratori”. Una politica matura ha il dovere di promuovere l’impresa di qualità ed il merito; ma negli ultimi anni in Italia è avvenuto spesso esattamente il contrario.
L’innovazione, da un lato, e la valorizzazione dell’ambiente dall’altro (non solo includendo dunque, ma estendendo, i termini della sua tutela) sono le nuove strade da seguire, tenendo conto che a ogni problema, a ogni soluzione, bisogna guardare in termini strategici, secondo il detto: agisci localmente, pensa globalmente.

Processi produttivi “puliti”, o ben controllati (al contrario di quanto avvenuto nella disastrosa vicenda dell’ILVA di Taranto), impiego di fonti rinnovabili per produrre energia, efficientamento e il risparmio energetico e delle risorse, gestione attiva del ciclo dei rifiuti, valorizzazione dei beni naturale e paesaggistici: questi sono i pilastri di un sistema industriale che abbia come obiettivo produrre benessere senza trascurare la tutela della salute e la salvaguardia delle risorse. 
Sul fronte dell’industria è quindi necessario che l’investimento in innovazione tecnologica sia un’occasione per far diventare la nostra impresa e le nostre competenze un valore esclusivo, occasione per creare e perfezionare tecnologie da esportare all’estero.

La creazione di nuovi posti di lavoro ne è diretta conseguenza, perché “le pratiche virtuose creano lavoro”. Nello stesso tempo la riduzione e la prevenzione di immani costi umani ed economici che il degrado riversa tradizionalmente sulla comunità (in termini di inquinamento, rifiuti, dissesti idrologici), pone automaticamente le basi di un maggior benessere: sotto forma di risparmi ma anche di guadagni che provengono da un territorio ben tenuto e dunque più ricco.

L’innovazione è l’asse intorno al quale investono le principali economie del mondo mentre in Italia da troppi anni è abbandonata a se stessa. E’ tempo di costruire proposte concrete da realizzare con l’impegno di tutti.
L’innovazione tecnologica deve accompagnarsi a una profonda innovazione culturale che trasformi in modo strutturale la nostra economia, la sua governance e l’intera struttura della società. 
Non esistono risposte semplici ai mutamenti in corso, sui quali il dibattito è polarizzato tra chi intravede un’occasione straordinaria per sperimentare innovazioni anche e soprattuto dal basso e responsabilizzare una platea di attori più ampia, e chi teme che alcune linee di tendenza, indubbiamente di moda, siano effimere, quando non derive potenzialmente conservatrici o troppo leggere rispetto ai problemi in campo.

Esistono però alcune direzioni di lavoro interessanti, anche se esposte a rischi, che mobilitano le risorse e l’intelligenza collettiva in forme in parte inconsuete, e che vale la pena di analizzare con maggiore profondità e capacità critica

Questa è la ragione di questo convegno dove vorremmo mostrare come dalle pratiche in corso e dagli spunti del dibattito possano emergere alcune questioni su cui la riflessione sta maturando, e che guideranno la discussione con gli esperti e con chi sarà interessato ad esserne coinvolto

Vi aspettiamo numerosi

Mauro Sarzi Amadé - Resp. Progetti Tematici PD Varese
Dino De Simone - Resp. Progetto Tematico PD Ambiente
Silvio Aimetti - Resp. Progetto Tematico PD Economia, Lavoro, Impresa

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.