Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

mercoledì 19 novembre 2014

Servizio idrico: autolettura del contatore.

Nell'attesa di ascoltare le spiegazioni dei nostri Amministratori sul disastro della strada per Capronno, sistemata a luglio e già inutilizzabile, ci permettiamo di sollevare un nuovo argomento di discussione.

Era una bella serata di giugno e come ogni prima del Consiglio Comunale  che si rispetti, la sala era gremita di cittadini, curiosi, simpatizzanti. Tutti ansiosi di fare la conoscenza con i nuovi amministratori.

Una delle prime dichiarazioni che faceva il nostro Sig. Sindaco è stata:

"Dobbiamo abolire questo senso  di oppressione che si avverte dalla macchina comunale e fare in modo che sia invece la macchina comunale ad andare in contro alle persone"

Il Sindaco proseguiva annunciando l’intenzione di eliminare la multa di € 45 nei confronti di quei cittadini che si dimenticano di comunicare l’auto-lettura del contatore dell’acqua.
Dopo questo annuncio e la successiva campagna di lettura straordinaria di controllo a tappeto  dei contatori effettuata da lavoratori disoccupati, pagati con voucher (iniziativa lodevole, peraltro, quella di usare i voucher per alleviare un pochino delle situazioni di disagio), è di questi giorni il ricevimento da parte di tutti noi cittadini del bollettino di pagamento dell’acqua relativo ai consumi del primo trimestre.
A parte la sorpresa che alle tariffe è stato applicato il moltiplicatore TETA previsto dalla autorità dell’energia gas e sistema idrico, con grande sorpresa si trova un bel bigliettino scritto a caratteri ben leggibili che recita:


Si è evidentemente continuato lungo la strada usata in passato. A nostro avviso invece sarebbe stato più proficuo e meno vessatorio che l'avviso:
  • Richiamasse i cittadini a un senso civico di appartenenza al Comune, ricordando loro (gentilmente!) di inviare la lettura del proprio contatore all’ufficio Tributi attraverso lo spazio sul bollettino;
  • Specificasse che la sanzione sarà applicata SOLO dopo la seconda mancata lettura;
  • Proponesse ai cittadini in difficoltà nella lettura (anziani, disabili, ecc) il servizio lettura gratuito, su loro espressa e motivata richiesta, da parte del personale del Comune stesso.
Ma per far questo sarebbe stato necessario modificare il Regolamento acquedotto, in particolare all'art. 19. Evidentemente, le priorità della maggioranza erano altre. Bene. Speriamo che alla prossima bolletta queste nostre proposte vengano recepite. Noi ci impegnamo a promuovere la modifica del Regolamento Acquedotto in questo senso attraverso i Consiglieri Comunali di ABC Angera Bene Comune.

Con spirito propositivo, 
Angera Democratica

7 commenti:

  1. Le priorità sono le feste con la mongolfiera, qualche castagnata. qualche mercatino e altre pensate del genere. Sarebbe da vedere se il sindaco avrà il coraggio di dare quei 45 euro di multa dopo i proclami da campagna elettorale. sarebbe proprio uno spu.....mento.

    RispondiElimina
  2. Ad anonimo pensa che la Sig.ra Tognoli inventrice del candidato Brovelli alle elezioni del 2011 ha chiesto sul blog del Sindaco:come mai un dipendente comunale sgomberava il chiosco al lago,cosa che avrebbe dovuto fare il gestore visto che tutti sapevano che il lago sarebbe esondato e visto la posizione non poteva che andare sotto acqua,bene non la hanno degnata di risposta.A quanta ingratitudine,forse sarebbe il caso che ABC facesse una interrogazione ?per quanto rigurda i 45 euro di multa penso che non siano mai stati applicati nemmeno prima,comunque con la demgogia hanno vinto le elezioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa si aspettava che dicessero, in fondo quella costruzione è del comune. ma si dovrebbero addebitare le ore dei dipendenti comunali al gestore. Doveva farlo lui e il tempo poteva trovarlo. A meno che nel contratto sia scritto qualcosa di differente. Certo che se un angerese fa una domanda cortesia vorrebbe che si risponda

      Elimina
    2. Io sono sostanzialmente d'accordo con l'anonimo qui sopra. Il chiosco è di proprietà del comune, quindi ben venga che gli operai comunali abbiano provveduto ad intervenire ove il gestore è stato carente. Si tratta ora di vedere come regolare la questione con il gestore, che ha sia dei diritti che degli obblighi verso il comune.

      Elimina
  3. Qualcuno si e' accorto che la DEMOCRAZIA PARTECIPATA, tanto sbnamdierata e da un po' di tempo non usata e' solo uno specchietto per le allodole? Ci hanno chiesto del posteggio dell'ospedale che pero' lo deve fare il proprietario del terreno, ci hanno chiesto della casetta dell'acqua che la dovrebbe fare la ditta che rifornira' di acqua. ma invece non ci hanno chiesto cosa ne pensiamo dell'ufficio turistico che deve essere fatto in un posto allagato ma con i soldi nostri. In pratica chiedono cosa ne pensiamo di realizzazioni private e non di quelle pubbliche. alla faccia della democrazia partecipata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riguardo al parcheggio dell'ospedale, io fin che non vedo (il progetto) non ci credo. Mi sbagliero', ma ho l'impressione che anche questa volta tutto finirà in una nuovola di fumo (e mi dispiace!).

      Elimina
    2. agratis non ci credo proprio che un proprietario ci regali posteggi e sedi per il Cva e per la protezione civile senza avere qualche contropartita che faccia comodo a lui. Forse qualcuno in municipio pensava che bastasse chiedere senza dare per ottenere? il proprietario per fare tutto vorrà avere una grande volumetria in cambio. Cerchiamo di non essere degli illusi. Anche questa amministrazione il posteggio ce lo farà sognare e nulla più. Come tutti nel passato.

      Elimina

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.