Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

lunedì 17 novembre 2014

Continuano le provocazioni di stampo nazi-fascista

Continuano imperterriti gli atti criminali di stampo nazi-fascista. Questa volta la barbarie si è abbattuta sui luoghi della memoria partigiana siti nel Parco Nazionale della Val Grande.
Tutto questo a pochi km e a pochi giorni dalla profanazione del sacrario Partigiano del San Martino e dalle scritte intimidatorie lasciate sui muri della sede del Circolo PD di Castellanza.
Nell'esternare a nome di Angera Democratica tutta, il profondo senso di rabbia voglio nuovamente porgere sia ai parenti dei partigiani caduti, sia all'ANPI, sia all'Italia democratica tutta la nostra solidarietà, auspicando che le forze dell'ordine moltiplichino gli sforzi fin qui fatti e riescano quindi a porre fine a tali gesti ignobili.

Di seguito il comunicato ufficiale di condanna emesso dal Parco Nazionale della Val Grande



Comunicato di condanna per quanto verificatosi all'Alpe Fornà
Il Parco Nazionale Val Grande fa suo il comunicato stampa che segue, condividendo la condanna per quanto accaduto all'alpe Fornà.
--------- 
La FIAP Lombarda e l’ANPPIA Federazione di Milano condannano con fermezza l’atto di teppismo neofascista avvenuto all’Alpe Fornà , in alta Valle Cannobina (Parco Valgrande), che fa seguito nel giro di pochi giorni alla profanazione del Sacrario partigiano di San Martino a Varese.
L’attacco al bivacco è un altro  grande sfregio alla memoria partigiana in quanto il sito era intitolato al partigiano Ubaldo Cavallasco detto “Cucciolo” e ai suoi compagni “Barbisa, Pignatta, Rino, Brambilla, Brambillino, Motta”.
Sono state distrutte anche le lapidi che ricordano il comandante Armando Calzavara “Arca” e i partigiani della Brigata Cesare Battisti di cui faceva parte Gianfranco Mauceri “Brambillino”, Andrea Bottigelli, Ubaldo Cavallasca, Antonio Motta, Giudo Orlandi, Bruno Raimondi, Italo Visco e Rino “il Veneto”.
Non è più tollerabile che gesti così marcatamente rozzi e di stampo neofascista e neonazista possano avvenire senza un minimo di controllo da parte delle forze dell’ordine in una zona dove grande è stato  il martirio dei nostri partigiani impegnati duramente nella lotta armata contro l’invasore nazista e il suo complice italiano, cioè il fascismo.

PN Val Grande News: le notizie in diretta dal Parco Nazionale Val Grande
Per iscrizioni e cancellazioni
 http://www.parcovalgrande.it/nov.php
Per informazioni:
 info@parcovalgrande.it - Tel. 0324/87540

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.