Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

venerdì 14 novembre 2014

Come vengono decise le priorità?

Purtroppo le recenti piogge ed esondazione del lago hanno causato la frana di un tratto del terrapieno di fronte alla pizzeria Damino, in viale Pietro Martire.

Cosa è appena (il 20/10/2014) stato deciso in giunta? Di DIFFERIRE dei lavori di RISANAMENTO E CONSOLIDAMENTO della sponda lacuale IN VIALE PIETRO MARTIRE (qui la delibera), di cui esiste un progetto esecutivo finanziato al 50% dall'Autorità di Bacino (demanio).

Da questa decisione si intuisce che la giunta riteneva non urgente procedere con i lavori, in quanto non c'erano pericoli immediati. Eh già...

Ancora una volta, come nel caso della via per Ranco, in cui si era seguito un simile percorso (affermato che non c'erano pericoli immediati - crollo - intervento d'urgenza) ci chiediamo come vengano definite le priorità e chiediamo se non sia il caso di approfondire maggiormente gli argomenti prima di rivedere scelte e decisioni fatte in passato, che magari avevano una loro ragione d'essere.


14 commenti:

  1. Siamo messi male14 novembre 2014 13:25

    su cambiangera viene detto che siccome ci sono dei danni al terrapieno vicino al souvenir ci saranno dei problemi per mettere a posto l'asilo che rischia di rompersi e che si dovrà scegliere se mettere a posto l'asilo oppure la riva. Ci siamo CVD di soldi non ce ne sono

    RispondiElimina
  2. Come mi piacerebbe che qualche volta ci siano votazioni non sempre all'unanimità ma che qualche volta uno dei consiglieri votasse per una sua idea diversa e non per ordine di scuderia

    RispondiElimina
  3. Purtroppo spesso l'unica possibilità di mettere mano a situazioni ambientali critiche è quella di attendere il patatrac e richiedere, a quel momento, la possibilità di avere l'OK per la "somma urgenza", mentre fondi per anticipare il danno non vengono quasi mai stanziati dagli enti che possono farlo.
    Mai EX ANTE ma solo EX POST, solo dopo che le greggi scappano si pensa a chiudere il cancello.
    Sappiamo benissimo che ormai in Italia non c'è più una sana pianificazione del territorio ma si rincorrono le catastrofi cercando di mettere un cerotto solo dopo. E questo grazie a troppi anni di blocco degli investimenti e grazie alle decisioni di troppi governi nei quali vediamo bene che le competenze non vengono riconosciute, burocrati buoni per una Alitalia e poi per Fincantieri e poi per le Poste e poi per una Banca, sempre le solite facce, sempre i soliti nomi, Ministri che siedono al dicastero X e poi a quello Y che nulla c'entra con il primo. Anche nel nostro piccolo in questo periodo di crisi ci vediamo costretti a seguire delle scelte e dare priorità ad una spesa piuttosto che ad un'altra sperando che poi non succeda nulla. Anche io per anni ho dovuto rinviare la spesa di sostituzione dell'impianto di riscaldamento perché non me lo potevo permettere, cercando autunno dopo autunno di tamponare con piccoli interventi a mo' di cerotto. Ma purtroppo la coperta quasi sempre si rivela troppo corta e scelte di rischiare che ad un primo esame possono essere considerate a ragion veduta vengono poi sbeffeggiate dal buon Dio che ci manda qualche pioggia in più. Se nel passato, e parlo di tanti sindaci e assessori delegati al territorio delle passate amministrazioni, si fosse pensato ad una gronda sulla collina di San Quirico quasi sicuramente non avremmo avuto il danno di via per Ranco, ma i poco oculati amministratori del passato non hanno inteso dare importanza a queste cose. magari non c'erano già soldi da spendere, magari invece inseguivano faraonici progetti solo per avere una fama. Ora l'amministrazione attuale deve fare equilibrismi per poter conciliare i danni che le vecchie amministrazioni e il meteo ci hanno propinato a larghe mani, costringendo a diventare dei funamboli che giocano tra Bilanci comunali asfittici e scellerati Patti di Stabilità e scelte per stabilire delle priorità. Salviamo A o salviamo B? Tanto la famosissima Legge di Murphy stabilisce senza tema di smentita che quando si salva A poi è B che ne avrebbe avuto invece bisogno. Of course. Grazie Europa, grazie governi e governicchi passati, presenti e futuri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che ha piovuto cosi ' siete ritornati con i piedi per terra,dopo tutte le amenita' che avete propinato al popolino con riunioni sotto il tendone,illuminazione della riva ,illumunazione della rocca , feste(non si e' mai visto amministrazioni che organizzano eventi) ed altre amenita' ora vi siete accorti che forse manca la materia prima e cioe' i soldi.Ora si dovranno fare delle scelte e finalmente vi dovrete misurare con la realta'fatta di problemi vecchi come la scuola materna e nuovi problemi che si presentano giornalmente. Forse sig. Dotta avra' meno pistolotti da scrivere, ma sicuramente la amministrazione che ella fiancheggia ritornera' con i piedi per terra.

      Elimina
    2. Caro Realista molto in collera, io ho già visto gli amministratori con i piedi per terra, anzi per fango o per acqua. Se chiederà loro di poterli aiutare sono sicura che le stenderanno un tappeto.
      Poi si sentirà un pochettino meno innutile.

      Elimina
    3. Sig.ra Gigia hs visto come sono pulite le scarpe sportive del vice di Molgora.comunque di "innutile"e'solo la propaganda che fate ed il lodarvi continuamente.

      Elimina
    4. come ti brucia, accidenti come brucia!!!!!!!! Vai avanti così che, forse, trovi casa!!!!!!!!

      Elimina
    5. Egregia Gigia a me non brucia niente ho solo fatto notare che come vostra abitudine di fare propaganda.Come quando il consigliere Molgora scavalco' la recinzione del cantiere della asilo in costruzione,guarda caso qualcuno lo noto',mentre invece come pubblico ufficiale poteva visitarlo,come suo diritto e fare tutti i controlli che riteneva opportuni.Pero' cosi' facendo non si creava la notizia.comunque se siete contenti voi che lo avete letto a me sta benissimo, forse fra un poco si vedra' cosa saranno in grado di fare,basta attendere.

      Elimina
    6. "lo avete letto a me sta benissimo, forse fra un poco si vedra' cosa saranno in grado di fare"
      Cosa vuoi dire?
      A proposito non mi hai risposto se hai trovato casa?

      Elimina
    7. manca una e davanti a letto

      Elimina
  4. Gesù camminava sulle acque senza bagnarsi i piedi, i nostri invece camminano sul fango senza sporcarsi le scarpe, cosa volere di più?

    RispondiElimina
  5. La moltiplicazione di asili e feste?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per i miracoli si stanno allenando.(e) la lettera fra parentesi e' per Gigia,per quanto riguarda casa sto molto lontano dai leghisti e fascistelli che tanto piacciono a GIGIA,purtroppo anche ABC non e' casa mia ,ma sotto la loro gronda almeno non mi bagno.

      Elimina
    2. Apprezzo il fatto che si faccia un po' di chiarezza (detto senza ironia).

      Elimina

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.