Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

giovedì 30 ottobre 2014

e la scuola materna?

Era l’11 marzo del 2013, una bella giornata primaverile, e su invito dell’allora Consigliere Comunale di minoranza Dott. Molgora una troupe televisiva di Striscia la Notizia si occupava del caso del nostro asilo.

Il Dott. Molgora, intervistato dal giornalista, da buon padrone di casa spiegava agli ospiti l’accaduto e illustrava le problematiche del caso.

So tornasse oggi a distanza di un anno e mezzo la stessa troupe televisiva cosa troverebbe di cambiato?


Praticamente niente, la stessa situazione di allora: un po’ più di degrado nel cantiere, la società costruttrice irreperibile, l’accertamento tecnico preventivo da parte delle autorità giudiziarie ancora in corso.

L’unico cambiamento di rilievo è che l’allora consigliere di minoranza Dott. Molgora ha fatto strada: è diventato sindaco di Angera. Ora su questa vicenda tutto tace, una misteriosa nebbia avvolge il nuovo asilo: a volte sembra che il problema sia stato rimosso dai pensieri dei nuovi amministratori.

La patata bollente è stata ereditata, e per tutto il periodo di commissariamento sono state prese solo decisioni di ordinaria amministrazione.

Da quanto emerso durante l'ultima seduta della commissione urbanistica, il Sindaco ha avuto un incontro con i tecnici del tribunale che seguono l’ accertamento tecnico preventivo (ATP) ma da questo alla soluzione del problema, probabilmente, dovrà passare parecchio tempo.

Negli incontri pubblici non si parla di asilo, a precise domande sull’ argomento ci sentiamo rispondere:

“non posso rispondere perché c’è in corso un’ indagine della magistratura”.

Tutto molto vago. Da un ex consigliere che ha fatto della scuola materna un cavallo di battaglia, francamente, ci si aspettava qualcosa di più! E' pur vero che parte della responsabilità è da imputare ad una giustizia lenta, ma, magistratura a parte, la questione dell'Asilo rimane aperta, ed è a nostro avviso urgente individuare una strategia riguardante

(1) la messa in sicurezza della struttura in costruzione in via Arena e

(2) individuare eventualmente una soluzione alternativa per l'asilo, visto che la struttura attualmente utilizzata a nostro avviso invecchia rapidamente ed è sempre meno adatta ad accogliere bambini piccoli.

Ora è giunto il momento che la maggioranza faccia chiarezza sulla vicenda e faccia proposte e scelte al riguardo. Ecco alcune delle domande a cui vorremmo fosse data una risposta chiara:
  • È intenzione di questa amministrazione recuperare la struttura della scuola materna? O si pensa di destinarla ad altro uso/sorte? Oppure demolirla?
  • Prima di prendere delle decisioni è necessario aspettare il responso del giudice? Considerati i tempi lunghi della giustizia, un qualche evento incontrollabile potrebbe far aumentare il cedimento fino a raggiungere un livello tale che la struttura non possa più essere recuperata?
  • Sono stati previsti fondi per mettere in sicurezza la scuola materna, anche se così facendo poi non si potranno più fare altre opere previste nel piano triennale, perché, forse, non avremo più possibilità di spesa a bilancio?
  • Si ha intenzione di costruire da un’altra parte/ridefinire la sede della scuola materna?
  • Sono in corso accordi con il direttore dei lavori per pianificare le attività di recupero? Quale soluzione tra quelle prospettate si intende utilizzare per mettere in sicurezza la costruzione al fine di salvaguardare quanto già costruito ( “i muri non sono più a livello e si notano accumuli di acqua sul tetto”, secondo quanto dichiarato in sede di Commissione Urbanistica dal Sindaco)?

Ricordiamoci che la struttura è già costata alla cittadinanza più di 800.000 euro, ed altri 200.000 circa sono dovuti ai creditori dell'impresa costruttrice. E' intenzione del Sindaco e dalla sua maggioranza lasciare che questo capitale già investito vada buttato?

La democrazia è questo: chi ha i voti, decide. Ma deve decidere, prendendosi lodi o critiche per il proprio operato!

Di proclami la maggioranza in questi periodi ne ha fatti parecchi, manca solo quello sulla scuola materna. Aspettiamo notizie.

In attesa, auspichiamo che il cantiere della scuola materna, qualsiasi sia la sua finale destinazione, sia sempre mantenuto in ordine al suo interno, eliminando anche semplicemente le sterpaglie. La gru, che ha dato qualche segno di criticità, deve essere tenuta monitorata, cosi come si dovrebbero monitorare tutte quelle situazioni che  potrebbero mettere in serio pericolo l'integrità della struttura.

Con spirito costruttivo e propositivo,

Angera Democratica

7 commenti:

  1. Anche io sarei curioso di sapere se l'amministrazione vorrà lasciare andare alle ortiche quello sciagurato investimento che le passate amministrazioni ci hanno così generosamente regalato e che potrebbe risolversi purtroppo per la nostra comunità al meglio in una spesa di un milione circa di euro e che se si volesse portare a compimento in un costo di quasi tre milioni di euro, Io l'ho sempre detto che chiuderei occhi e cuore e lascerei andare. Preferisco spendere un totale di due milioni e avere un asilo sicuro (un milione buttato grazie al passato e un milione per una struttura nuova) piuttosto che spenderne tre di milioni per avere qualcosa che insito in se porterebbe rischi latenti e una fama ormai da halloween. Mi piacerebbe però anche sapere se le minoranze tutte hanno un parere e una idea su come risolvere il problema. Fareste l'Asilo da un'altra parte oppure mettereste mano a quella costruzione? Non riesco mai a capire cosa si vuole farne. Sarò uno stupido ma un parere certo adesso non lo leggo né da destra né da sinistra, né dall'alto né dal basso, forse perché non si hanno ancora le idee chiare? forse perché si ha paura di essere tacciati come quelli che hanno speso un milione senza avere nulla? E allora ne spendiamo tre? ma dai.

    RispondiElimina
  2. Dotta, per avere un parere bisogna conoscere le cose in maniera precisa. Per questo abbiamo posto delle domande, in questo post e in altre sedi. Le risposte, quando ci sono state date, sono state molto elusive.
    La mia personale opinione è che è urgente mettere in sicurezza la struttura, in attesa di decidere il da farsi. Si potrà poi usare come asilo o destinare ad altro. Non ha però senso lasciare che tutto quello che è stato investito in quella costruzione (sia chiaro che anche a me quel progetto non soddisfa affatto, anzi... ) vada a ramengo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Brovelli sono contento che finalmente sollevate qualche obbiezone su come si sta muovendo la nuova amministrazione,noto con piacere che cio' e' avvenuto dopo il mio messaggio del 30 ott.Voglio sperare che io non vi abbia dato l' imbeccata perche' sarebbe molto grave.Alle ultime elezioni io ho votato per la tua lista e dato la preferenza alla tua persona ,in questi ultimi mesi Molgora e la sua amministrazione sta imperversando su giornali e sul suo blog con annuci di progetti assurdi , la scuola maerna e' sparita dai bisogni,forse dovremmo fare intervenire ancora striscia cosi' facciamo intevistare il duo lescano Dotta e Molgora sul da farsi.un saluto cordiale

      Elimina
    2. Egregio signor anonimo delle 14:07, la ringrazio di avermi dato così importanza e di accostare me al nostro attuale Sindaco Alessandro paladini Molgora e di darmi una importanza e un potere che assolutamente non ho (purtroppo), infatti io non sono in giunta o in consiglio comunale e dunque non sono in grado di mettere parola nelle decisioni della vita politica e amministrativa locale, decisioni che vengono prese dalla giunta Molgora, Baietti, Barelli, Brovelli, Marzetta e non certo da me, io dico e scrivo solamente la mia opinione, che tra l'altro talvolta differisce da quella della attuale amministrazione, come ad esempio nel caso del destino dell'Asilo che io chiaramente lascerei ormai perdere e andare al suo destino spendendo (per fare un asilo come si deve) metà di quello che si dovrebbe ancora spendere per salvare quel cacciatorpediniere casualmente ancorato in via Arena, come anche nel caso di altri fatti di urbanistica. Io la vedo in un modo tutto mio, insomma. E poi la prego......... almeno sia giusto coi numeri, nel caso parli del DUO FASANO, che il LESCANO era famoso come TRIO.

      Elimina
    3. Egregio Dotta ho scritto apposta Lescano.

      Elimina
    4. Contento lei, in effetti fu un trio di cantanti, tre sorelle ungheresi poi naturalizzate, abbastanza famoso che ebbe buona fama nel tempo in cui cantarono. Non fecero nulla di male, anzi. Per cui non vedo ragione che lei abbia così piacere a tirare in ballo queste ragazze.
      Ma ripeto...contento lei

      Elimina
  3. Diciamo che il commento tuo e il mio siano fatti da due privati cittadini che si trovano su una piazza virtuale a discutere del più e del meno. Allora io dico che quella sciagurata spesa di un milione fino ad oggi significa nel domani altri due milioni di nostri soldi per qualcosa senza sicurezza di compimento, nei tempi, nelle spese e nell'impatto psicologico con le famiglie che dovranno mandarci i loro figli e di questo io non sono propenso mentre tu dici che siccome abbiamo speso un milione spendiamone altri due e poi vediamo cosa farne.
    Al massimo, sempre per mio parere, parere solo di privato cittadino, una volta risolte le implicazioni della magistratura io proverei a vendere così com'è. Si incasserà poco o nulla ma un mio eventuale e futuro nipote vedrei male se andasse in quella scuola. E spendere due milioni per un magazzino comunale sarebbe un insulto a chi ha pochi soldi. Buttiamo ancora nel cesso un pacco allucinante di milioni, tanto siamo ricchi. È stato fatto un errore? pesante per Angera? Pagato con le dimissioni della passata amministrazione e con anni persi? Amen. Ricominciamo da zero e guardiamo avanti dimenticandoci di quello che il passato ci ha tolto.

    RispondiElimina

I commenti sono liberi ma è attiva la moderazione preventiva.

Chi avesse da fare delle segnalazioni, e volesse mantenere l'anonimato, è pregato di utilizzare l'email angerademocratica@gmail.com. Grazie.