Idee e notizie per Angera 2015 ed oltre. Insieme ad ABC - Angera Bene Comune

venerdì 28 febbraio 2014

Proposte per il turismo

Cominciamo una serie di post in cui, partendo dalle linee guida espresse nel nostro manifesto, cerchiamo di identificare proposte concrete e fattibili da mettere in campo ad Angera.

Così come proposto nei commenti ad un post precedente, cominciamo da idee per valorizzare la nostra cittadina ed incrementare il turismo.

La prima cosa da dire è che è necessario rivedere l'organizzazione e funzionamento dell'ufficio turistico. C'è bisogno di una figura che si occupi tutto l'anno di coordinare le varie attività ed iniziative messe in campo, e che faciliti ed aiuti gli organizzatori delle varie manifestazioni nei vari adempimenti burocratici. Questa persona dovrà anche occuparsi per conto del comune, ed in collaborazione con la pro-loco, associazione commercianti, biblioteca e museo di organizzare eventi. Questa figura dovrà essere affiancata ed aiutata durante il periodo estivo, o di massima presenza di turisti (es. week-end), da una seconda persona. La posizione dell'ufficio turistico andrebbe rivista e andrebbe posizionato in prossimità del parco giochi. Bisognerebbe pensare anche ad un ufficio che possa vendere prodotti del territorio (prodotti dolciari, vini di Angera e le grappe della distilleria Rossi, miele dei produttori angeresi, libri e cartoline, etc), oltre che informare sulle varie opportunità del territorio.

Riguardo all'aspetto economico, riteniamo sia necessario un contributo anche di coloro che maggiormente sono avvantaggiati dalla presenza turistica, cioè i commercianti. Senza una collaborazione pubblico-privato non si va lontano. Non necessariamente un contributo economico, si potrebbe pensare che a turno i commercianti o chi ha interesse a distribuire i propri prodotti si occupi di affiancare la persona dell'ufficio turistico.

Quindi, in sintesi, primo punto: non un ufficio turistico 'passivo', pensato solo per dare informazioni, ma una struttura attiva, di supporto ed in grado di organizzare eventi.

Il secondo punto è la realizzazione e promozione di un consorzio turistico con i paesi vicini, diciamo tra il lago Maggiore ed i laghi di Monate/Comabbio, che magari includa anche Arona. E' forse il caso di superare la tradizionale distinzione sponda grassa/sponda magra. Il consorzio deve rapidamente creare un marchio turistico ben visibile e riconoscibile. L'esempio potrebbe essere quello dei vari consorzi turistici delle valli del Trentino. Il consorzio dovrebbe essere in grado di proporre un turismo culturale ed enogastronomico di qualità, con percorsi tematici adatti a varie tipologie di persone e magari accompagnato da mobilità dolce e sostenibile (a piedi, biciclette normali ed elettriche, tour organizzati effettuati con mezzi a basso impatto etc.).

Secondo punto, in sintesi: un consorzio sovracomunale che crei sinergie su di un territorio abbastanza omogeneo, che crei un marchio turistico valido ed in grado di puntare sul turismo culturale, ambientale ed enogastronomico.

Terzo aspetto, bisogna puntare ad organizzare due manifestazioni importanti, su piu' giorni (weekend), che durino e si sviluppino nel tempo. Si puo' pensare 
(1) ad un evento folcrostico, quale per esempio la sagra dell'uva con carri allegorici, con eventi il sabato pomeriggio e tutta la domenica, da organizzare all'inizio dell'autunno, e 
(2) ad un evento sportivo, competitivo o meno, con diverse discipline, un po' come è (era) la 40 ore di Laveno. 
E' abbastanza ovvio che per entrambe le manifestazioni sarà necessario il supporto delle varie associazioni, (in particolare, di quelle sportive per il secondo evento). Questi eventi andranno organizzati in sinergia e collaborazione con gli altri comuni del consorzio turistico (nel senso che non bisogna sovrapporsi reciprocamente). Oltre a questi 2 eventi, bisogna mantenere le varie manifestazioni che già si svolgono, e pensare a valorizzarle.

Terzo punto, in sintesi: organizzare due eventi 'maggiori', che diventino una consuetudine, per invogliare ed abituare i turisti a visitare e conoscere Angera.

giovedì 27 febbraio 2014

Per il bene di Angera

Ho deciso di impedire ulteriori commenti al post inerente il Corso di formazione organizzato dalle ACLI perchè si era presa una piega molto poco costruttiva. Credo si possa comunque rispondere ai commenti esistenti, ma vi chiedo se possibile di non farlo.

Ognuno ha le sue opinioni, cerchiamo di rispettare le opinioni degli altri ed ascoltare tutti. Come ci chiedono alcuni lettori, vediamo di tornare a parlare del bene di Angera e delle varie proposte e liste in campo. Cerchiamo anche di superare certe anacronistiche divisioni.

A tutti quelli che ci hanno scritto per chiedere maggiori dettagli sul nostro programma: nei prossimi giorni forniremo proposte per discuterne insieme.

Alessandro Brovelli

domenica 23 febbraio 2014

UN MOVIMENTO CIVICO TRASVERSALE PER IL BENE E PER IL RISCATTO DI ANGERA



Segnaliamo quanto da noi pubblicato sulla nostra pagina facebook:

www.facebook.com/angerademocratica1

In vista delle prossime elezioni amministrative ad Angera di fine maggio 2014, crediamo che sia importante contribuire alla nascita di un movimento civico trasversale con persone per bene e di buona volontà che abbiano a cuore la nostra cittadina. Questo movimento civico sarà a vocazione maggioritaria, con un candidato sindaco conosciuto e stimato ad Angera e che abbia a cuore il cambiamento ed il riscatto di Angera. Noi ci crediamo! Seguiteci e nelle prossime settimane vi daremo notizie più chiare sul nostro imminente futuro!

Buona domenica a tutti!

venerdì 21 febbraio 2014

Corso di formazione - l'ente locale

Segnaliamo questo interessante corso organizzato dal circolo ACLI di Angera in vista delle prossime elezioni comunali. I nomi dei relatori e le loro competenze verranno comunicati a breve, vi terremo informati al riguardo.
Pensiamo sia un'ottima occasione per imparare qualche cosa di nuovo e discutere insieme riguardo al nostro futuro. Noi ci saremo!
Se avete domande riguardo al corso fateci sapere per email o nei commenti, provvederemo a girarle agli organizzatori.


A questo link trovate il documento in formato pdf.

*** Aggiornamento ***

A questo link potete scaricare il modulo di iscrizione.

I relatori saranno:
  • il segretario comunale di un comune limitrofo (1° incontro);
  • un architetto, funzionario comunale responsabile del piano regolatore di un comune dell'area di Malpensa (2° incontro);
  • l'assessore al bilancio di uno dei maggiori comuni della provincia di Varese (3° incontro);
  • alcuni assessori ed ex-assessori di comuni della provincia di Varese (4° incontro); 
  • un professore dell'Università dell'Insubria che si occupa di etica in diversi contesti (5° incontro).

martedì 18 febbraio 2014

Primarie regionali - I risultati


Le primarie per scegliere il Segretario Regionale del Partito Democratico della Lombardia, che si sono svolte la scorsa domenica, hanno visto la vittoria di Alessandro Alfieri, 42 anni, di Varese, con il 56,19% dei consensi in totale, che diventa così il nuovo Segretario Regionale del PD.

Qualche dato aggiuntivo sui votanti: in regione lombardia hanno votato in totale 24.182 cittadini. In provincia di Varese i votanti sono stati 2024, di cui il 69,58% ha scelto Alfieri contro il 30,42% di De Marchi. In questo documento il dettaglio dei risultati regionali ed in quest'altro quello dei comuni della provincia di Varese

Ad Angera, hanno votato 28 persone, con il 75% di consensi per Alfieri ed il rimanente 25% per De Marchi.

Rispetto alle primarie nazionali il calo di votanti è notevole: in generale, nei diversi collegi i votanti sono stati pari al 10-20% dei votanti delle precedenti primarie (l'11,5% ad Angera). Questo è attribuibile a varie ragioni, in primis la pochissima informazione apparsa a riguardo sulla stampa, il fatto che i due candidati erano sconosciuti ai più e - non ultima - gli eventi di politica nazionale successi proprio a cavallo del weekend.

Auguriamo buon lavoro ad Alessandro Alfieri, certi che saprà mettere insieme una squadra vincente in grado di affermare con decisione in regione Lombardia i valori del Partito Democratico, ed in grado di guadagnare consenso e partecipazione.



sabato 15 febbraio 2014

Tutti renziani?

La confusione è quasi totale. Ci siamo accorti che la maggioranza degli elettori di centro-sinistra in questi giorni è ancora più spaesata del solito! Le mosse improvvise di Renzi, il cannoneggiamento su Enrico Letta e il voltafaccia repentino (#enricostaisereno, era l'hashtag di pochissimi giorni fa...) hanno lasciati tutti molto dubbiosi.

Voi che ne pensate?  

Per contribuire alla discussione, vi segnaliamo questi post (1, 2 e 3) su Varesepolitica, in cui Giuseppe Adamoli esprime molto chiaramente le perplessità degli elettori, e tenta di dare qualche risposta. Lettura consigliata!

Domani primarie - vi aspettiamo

Vi aspettiamo domani alle primarie regionali del Partito Democratico, dalle 8 alle 20 presso il Circolo Operaio.

Le votazioni sono aperte a tutti, iscritti e simpatizzanti!

Cliccate QUI e QUI per avere maggiori infomazioni sui candidati

QUI invece trovate alcune delle ragioni per cui secondo noi val la pena di venire a votare.

E se non vi interessa votare, passate lo stesso per un saluto e per discutere della situazione politica a livello nazionale e locale.



Vi aspettiamo numerosi!

mercoledì 12 febbraio 2014

LE RADICI DEL PARTITO DEMOCRATICO: IL PARTITO DEL NUOVO SECOLO, APERTO, INTERCLASSISTA, RIFORMISTA E A 360 GRADI




Buongiorno a tutti.

volevo condividere insieme ai lettori di questo blog, il mio intervento che ho fatto nel Maggio 2013 in seguito alla presentazione di BUONGIORNO VARESE ( www.buongiornovarese.it) , come primo passo verso il rinnovo del direttivo e della segretaria provinciale, poi avvenuta nell'Ottobre 2013.
Ho voluto iniziare con i fondamentali del PD che sono nati nel 2007 con il grande discordo di Walter Veltroni al Lingotto di Torino nel Giugno 2007.

Per vedere il video di Veltroni sul senso e le fondamenta del Partito Democratico nel 2007, secondo me sono ancora attuali:

  

IL PD NEL 2013 IN PROVINCIA DI VARESE: UN PARTITO VINCENTE ED INNOVATIVO
Il percorso del Partito Democratico è nato strutturalmente nel Giugno 2007 al Lingotto di Torino, con il grande discorso di Walter Veltroni. Vorrei ricordare la frase che più di tutte mi ha fatto avvicinare a questo progetto:
“Il PD è una sfida ai conservatorismi, di destra e di sinistra, che paralizzano il nostro Paese”. Il senso della nascita del PD era di contribuire alla nascita di un’Italia nuova, di liberare le sue risorse migliori, non imprigionate a vecchie logiche di appartenenza passate, perchè molti giovani come me si sono avvicinati alla politica proprio con il PD...sono Partito Democratico e non torno indietro (da una celebre frase dell’ultimo Congresso 2007 della sfortunata Margherita). Un partito a 360 gradi ed interclassista che parli al lavoratore dipendente, al pensionato, al libero professionista e all’imprenditore con lo stesso interesse e focus.
Il PD doveva e deve ancora fungere da sintesi tra le diverse anime al suo interno ma quello che vorrei ora è che non si ragionasse più per correnti (veltroniani, renziani, bersaniani, dalemiani ecc...) ma che si abbia cuore il PD tutt’uno perchè si vince insieme e solo se riusciamo ad “aprire le porte” a chi sta ancora fuori, il progetto può prendere forma definitivamente.
Non dimentichiamoci che il PD è un partito ancora giovane, si è costruita insieme una strada comune, ma questa strada è stata per troppe volte interrotta da situazioni negative. Bisogna essere attrattivi per i tanti giovani e persone che sono interessati alla Politica ma non sono invogliati a partecipare. E allora, anche se i punti negativi da migliorare sono molti (ed è per questo che siamo qui), vorrei elencare una serie di lati positivi che il PD possiede:
• Siamo l’unico partito in Italia realmente “contendibile” (ad azionariato diffuso si direbbe in gergo economico). Non esiste un padre padrone che cala le direttive dall’alto ma conosciamo gli strumenti democratici di condivisione.
• Lo strumento delle Primarie è ormai utilizzato in quasi tutti gli ambiti delle elezioni degli organi interni (quasi tutti ☺ ).
• Tante Giunte d’Italia e della Lombardia sono formate da moltissimi amministratori del PD e di centrosinistra: riusciamo molto spesso ad esprimere candidati giovani e competenti che riescono ad avere un rapporto chiaro e diretto con il territorio (in Provincia gli esempi di maggioranza a Malnate, Gallarate, Besozzo, Saronno, Vergiate, Brebbia ecc...) ne sono la prova.
Di seguito le opportunità che secondo me il PD deve seguire per diventare realmente vincente, anche in Provincia di Varese:
• C’è molta anti‐politica in giro nel Paese; il PD non deve seguire il populismo ma la partita si giocherà sempre di più tra anti‐politica e politica e il PD deve sposare in pieno l’ultima.
• La selezione degli organi direttivi del PD deve avvenire per competenze, conoscenze e capacità e non meramente per vicinanza ad una “corrente” più vicina ad un’altra. In tal senso è richiesta un’analisi dei curricula delle persone che vogliono mettersi in gioco; in questo senso, la scelta dei membri della prossima direzione provinciale (Settembre 2013) dovrebbe seguire il più possibile questa logica.
• Collegato al punto precedente, la parola meritocrazia dovrà seguire sempre ogni scelta di nomina direttiva.
• Ne PD, anche in provincia di Varese, si parla troppo spesso solo di metodo (sul come) e mai sui contenuti (sul cosa); ogni momento era buono per trovare un punto di critica sul metodo (vedi primarie Italia Bene Comune) e questi fatti hanno sviato l’attenzione sui temi e proposte di contenuto che servono per l’italia.
• In Provincia di Varese il tema dell’Industria Manifatturiera è di rilevante importanza; abbiamo casi come lo Husqvarna in emergenza sociale. Bisogna selezionare persone e giovani che abbiano competenza di toccare i temi dell’impresa, dell’economia reale, della tassazione e della competitività.
• Il PD deve diventare il partito del lavoro e dell’economia reale. L’Italia ha come core business il suo tessuto industriale, ma per rimanere competitivo ha bisogno di stimoli imminenti (detassazione dei redditi e una seria politica industriale sui nuovi settori emergenti ‐ green economy, luxury e Servizi).
• La scelta sui settori primari deve rimanere pubblica; mi riferisco alla Scuola dell’obbligo, Sanità e beni primari come l’acqua.
• Nella Scuola, i bambini devono avere tutti il diritto di partire dallo stesso punto di partenza; è per questo che le scuole pubbliche devono essere accoglienti e le risorse economiche devono essere indirizzate sul pubblico. Il sistema meritocratico deve consentire ad un figlio di un operaio di avere lo stesso accesso alla qualità dell’istruzione di un figlio di un dentista.
• Il PD, anche in Provincia, deve essere il partito per la nascita degli Stati Uniti d’Europa; solo se ci sarà a regime una vera integrazione politica tra gli Stati, riusciremo a competere verso le economie emergenti come i Brics (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica). Il tema della Glocalizzazione per l’Italia è di fondamentale importanza per la sua competizione a livello globale.
• La Cultura Europea deve iniziare già dalle scuole elementari, con l’istituzione di una materia specifica dove i nostri bambini possono diventare veri cittadini europei.
• Bisogna ritornare a parlare del tema del Federalismo fiscale: le regioni devono essere responsabilizzate e la maggior parte delle entrate fiscali devono rimanere alla capoluoghi di Regione (Milano, Bologna, Palermo) che poi serviranno per la gestione regionale. Centralmente a Roma saranno demandati la gestione dei servizi comuni.
• Se vogliamo che i giovani diano un contributo al PD bisogna pensare a nuove forme di partecipazione. Chi è trentenne molto spesso si trova nella fase critica e più intensa della carriera professionale; per questo il tempo da dedicare alla politica è spesso limitato. Se non si vuole però fare a meno del lorocontributo fondamentale, di cui il PD ha bisogno, bisogna trovare nuovi modi più innovativi di partecipazione;
• Non possiamo più permetterci di avere persone che vivono e sono mantenute di sola politica per tutta la vita; per questo il PD provinciale deve proporre delle forme stringenti di ricambio generazionale

Grazie per l’attenzione

Simone Franceschetto
Angera, 29.05.2013

martedì 11 febbraio 2014

Primarie PD Lombardia - Perchè è importante votare

Domenica prossima (16/02) si terranno le primarie del Partito Democratico per scegliere i segretari regionali. Ad Angera si voterà presso il Circolo Operaio, dalle 8 alle 20. Le votazioni sono aperte a tutti.

Crediamo sia estremamente importante che tutti gli iscritti ed i simpatizzanti vengano a votare. Non tanto e non solo per la scelta del nuovo segretario regionale (anche se questo è chiaramente un passo decisivo nel rinnovamento del Partito Democratico) quanto perchè crediamo sia ancora una volta importante che tutti noi cittadini diamo un segnale ai politici di professione. E il segnale che bisogna lanciare è 'noi ci crediamo, noi partecipiamo, ora tocca a voi!'. Ho sentito tante persone dire che Matteo Renzi è l'ultima speranza per il PD, per rimetterlo in carreggiata. Noi crediamo invece che la vera speranza per il Partito Democratico siano i suoi elettori 'attivi', i cittadini che partecipano alle iniziative del PD e mandano segnali agli eletti. Questa è la vera forza del PD, un'ampia base di cittadini che, nonostante sia stata delusa dalle varie vicende a livello nazionale, ancora crede negli ideali di centro-sinistra, ed ha voglia di dirlo!

Se anche non volete votare, passate comunque per un saluto, per dire la vostra e sentire cosa bolle in pentola in vista delle prossime amministrative. Vi aspettiamo numerosi!

*** Aggiornamento:
Segnaliamo anche questo link di Varesenews.

Corso di formazione politica per amministratori - e non solo!



CORSO DI FORMAZIONE POLITICA PER AMMINISTRATORI E NON SOLO

Per registrarsi, ecco il link:

https://docs.google.com/forms/d/1LCGqaoTvD9j01t1aRmxlNyleoN0uWylNykuLDwHAKY4/viewform

DURATA: 4 INCONTRI che si svolgeranno nelle giornata di sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00.
PERIODO: marzo 2014

DATE: 8 marzo, 15 marzo, 22 marzo e 29 marzo

LOCATION: 1a e 4a lezione: Varese.
2a e 3a lezione: location alternativa da individuarsi in base ad eventuali esigenze dei relatori e provenienza geografica dei partecipanti.

DESTINATARI: prossimi candidati alle amministrative nei Comuni che andranno al voto, iscritti e militanti, cittadini della provincia interessati ad avvicinarsi al mondo della politica e dell’amministrazione locale.

NOTE PRATICHE:
1. Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione a chi avrà frequentato almeno tre dei quattro incontri.
2. Costo del corso a copertura delle spese organizzative: 40€ - 20€ under 30
3. Modalità di iscrizione: seguiranno dettagli

Referente: Valentina Verga
tel. 3479425142 - avv.valentinaverga@gmail.com

PROGRAMMA DEL CORSO

1a LEZIONE:
  • Funzionamento del Comune (competenze e ruolo del Sindaco, della Giunta, dei Consiglieri Comunali e dei dirigenti). RELATORI: Sindaco e/o Consigliere Comunale, Segretario Comunale, Dirigente.
  • Gestione Economico finanziaria del Comune (bilancio, bilancio solidale, rendicontazione alla luce della Legge di Stabilità). RELATORI: Assessore al bilancio di un Comune, Revisore Legale dei Conti, Esperto di Finanza Locale.

2a LEZIONE:
  • Pianificazione territoriale alla luce della riorganizzazione della P.A. ( P.G.T., rapporto comuni-città metropolitane, nuovo ruolo delle province, urbanistica partecipata). RELATORI: Esperto (Architetto, Professore universitario di urbanistica) responsabile urbanistica/enti locali e/o assessore. Responsabile Enti Locali della Segreteria Regionale.

3a LEZIONE:
  • Politiche sociali e Sviluppo ( rapporto tra Comune ed enti associativi locali, politiche per la tutela e lo sviluppo del Commercio locale e cittadino). RELATORI: Rappresentante associazionismo, Consigliere Regionale o Assessore su politiche sociali (welfare rigenerativo).
  • Servizi Pubblici Locali (politiche ambientali, rifiuti, società in house e partecipate, municipalizzate). RELATORI: esperto di municipalizzate e/o Accam e Ato, Sindaco.

4a LEZIONE:
  • Comunicazione politica, gestione della campagna elettorale, uso dei social media. RELATORI: Esperto in comunicazione e/o Giornalista e/o parlamentare.
  • Le migliori Buone Pratiche di Governo Locale. RELATORI: Sindaci o Assessori dei Comuni scelti per le buone prassi realizzate. Questo tema verrà preceduto da un dossier di raccolta delle buone prassi che verrà distribuito se possibile all’inizio del corso, in modo da permettere ai Circoli al voto di formarsi sui temi e utilizzarli in campagna elettorale). 
Su quest'ultimo incontro e i suoi contenuti verrà incentrata la conferenza stampa di presentazione del corso, presumibilmente tra la metà e la fine di febbraio.

Se qualche lettore del blog è interessato a partecipare, ce lo faccia sapere, in modo che magari ci si possa organizzare per partecipare insieme.

domenica 9 febbraio 2014

Aggiornamenti del blog

Abbiamo aggiornato il blog con una sezione di link relativi ad alcune associazioni e gruppi attivi ad Angera (colonna destra). Se avete un blog o pagina facebook che vorreste fosse inclusa, o desiderate che un link esistente venga rimosso, fatecelo sapere per email o nei commenti!

Grazie intanto a tutti i commentatori, che hanno mantenuto un tono educato e nella grande maggioranza dei casi propositivo. Continuate così!

GIOVANI X ANGERA


Segnaliamo questo importante gruppo di aggregazione giovanile che è nato lo scorso gennaio ad Angera.

Per il riscatto sociale, economico e turistico di Angera crediamo che la nascita di un gruppo giovanile come questo possa portare spunti, riflessioni e proposte concrete per la nostra Città.

Di seguito la pagina facebook:





ANGERA DEMOCRATICA SU FACEBOOK...METTI "MI PIACE" !


Buongiorno a tutti,

vi informiamo che ANGERA DEMOCRATICA è su facebook.
Al seguente link potete trovare la nostra pagina e vi invitiamo pertanto a cliccare su "MI PIACE"






mercoledì 5 febbraio 2014

PRIMARIE INSIEME PER SESTO, A SESTO CALENDE DOMENICA 2 MARZO 2014



Buongiorno a tutti, 

anche a Sesto Calende, comune limitrofe, ci saranno a Maggio le elezioni amministrative.

Vi segnaliamo le primarie che si terranno domenica 2 marzo 2014 per la lista civica di centro-sinistra INSIEME PER SESTO.

Al seguente link potete trovare le informazioni necessarie aggiuntive





martedì 4 febbraio 2014

Barriere architettoniche e disabili

Ci è stato fatto notare che i disabili o anziani con problemi di mobilità hanno spesso difficoltà a muoversi in città. Tra gli esempi che ci sono stati riportati ci sono i seguenti:
  • Difficoltà ad accedere agli uffici comunali, in quanto i disabili devono entrare dal retro (cortile di fronte alla sala consiliare), dove spesso sono parcheggiate diverse auto che ostacolano l'accesso.
  • Farmacia: è stato di recente costruito uno scivolo che consente l'ingresso nei locali, ma rimane molto difficoltoso salire sul marciapiede sotto il portico (non ci sono scivoli).
  • Bagno dei disabili nei pressi del parco giochi comunale: l'accesso è praticamente impossibile perchè non esiste un sentiero o percorso adeguato ad essere percorso con la carrozzina.
  • La percorribilità dell'allea pedonale è molto difficoltosa con la carrozzina e i deambulatori a causa del ghiaietto di fondo.
Crediamo sia necessario intervenire con urgenza per risolvere queste criticità, ed in particolare per i primi tre punti le soluzioni sono abbastanza ovvie. Segnalateci per favore nei commenti se siete a conoscenza di ulteriori problematiche legate alla mobilità dei disabili, e nel caso le soluzioni non siano evidenti, proponetene una. Affrontare questo problema sarà parte del nostro programma, e ci faremo portavoce per trovare una soluzione.

lunedì 3 febbraio 2014

PRIMARIE PD LOMBARDIA AD ANGERA, DOMENICA 16 FEBBRAIO


Vi informiamo che le primarie regionali del Partito Democratico Lombardo, si terranno domenica 16 febbraio al Circolo Operaio Angerese (Via A. Diaz 11) dalle 08.00 alle 20.00.
Come per quelle nazionali dell'8 dicembre 2013, le primarie sono aperte a tutti i cittadini dal sedicesimo anno di età residenti ad Angera e Ranco.

Al seguente indirizzo è possibile trovare tutte le informazioni:

http://www.blogdem.it/pdlombardia/

sabato 1 febbraio 2014

Buone pratiche di governo del territorio

Riflettendo su cosa sia necessario fare per 'risvegliare' Angera, ci siamo resi conto che non sono necessari grandi progetti urbanistici o radicali trasformazioni che rivoluzionino la città. Pensiamo invece che per migliorare la qualità di vita ad Angera sia importante iniziare a pensare e sviluppare piccole attività a costo zero o limitato che  forniscano servizi e rispondano alle esigenze di cittadini e turisti.

Per identificare possibili azioni, si puo' cercare cosa hanno fatto altre amministrazioni locali e vedere come i loro progetti possano essere adattati alla nostra realtà.

Iniziamo dunque con questo post a proporre una serie di idee al riguardo. Alcuni spunti li prendiamo dal progetto In buone mani, un progetto del PD per valorizzare e diffondere le buone pratiche di governo locale. Nella home page del progetto potete trovare maggiori dettagli, e i link per seguire gli aggiornamenti su facebook and twitter.

Il progetto In buone mani ha preparato una raccolta di buone pratiche, organizzato in un libretto diviso per aree tematiche.Da questo link potete scaricare l'intero documento (circa 3Mb).

Qui ne vogliamo proporre tre, scelte tra quelle che ci sembrano più significative ed adattabili alla nostre realtà locale:

Mercato della Terra d’Alba (pag 43 del libro In buone mani)
Il Mercato della Terra nasce dalla consapevolezza che produttori e consumatori finali hanno obiettivi comuni, raggiungibili attraverso nuove forme d’incontro e scambio, praticabili grazie al rapporto di vendita diretta.
Ad Angera, si potrebbe pensare di valorizzare maggiormente i mercatini domenicali proprio in questa direzione, invitando e favorendo la partecipazione di piccoli e grandi produttori alimentari (frutta e verdura, latte e derivati, carni e salumi, etc). Si potrebbe anche cercare di attivare un GAS (gruppo di acquisto solidale) che faciliti l'acquisto di prodotti del territorio.


Anagrafe degli eletti (pg. 84) 
Per ogni “eletto” è possibile consultare una scheda nominativa contenente le principali informazioni sul ruolo all'interno dell'ente e l'attività svolta.
Questa idea rientra è orientata ad avvicinare i cittadini e gli eletti, ed in generale a favorire la partecipazione. In tal senso si potrebbe anche pensare ad una newsletter settimanale, inviata per posta elettronica ed affissa nel bacheche comunali, che informi sulle attività del comune e fornisca link e documenti utili.


Indovina chi viene a casa: La/Il baby sitter (pg. 122)
È un servizio rivolto ai bambini che offre alle famiglie la possibilità di avvalersi di baby sitter, che dopo aver partecipato a un corso di formazione effettuato dall’Amministrazione Comunale, sono state iscritte/i in un apposito Elenco delle Baby Sitter qualificate.
Anche questo progetto potrebbe essere abbastanza facilmente adattato alla nostra realtà, magari in consorzio con i comuni vicini. Si potrebbe pensare anche di estenderlo ad altre categorie, per esempio per la cura degli anziani. Il vantaggio è duplice: da un lato le famiglie hanno una garanzia aggiuntiva, dall'altro si migliora la visibilità delle persone in cerca di occupazione.

Sui commenti ai post

Fino ad ora abbiamo consentito commenti solo ad utenti registrati (con vasta scelta di possibilità riguardo al come registrarsi, quali Google Account, OpenId, etc). Questo perchè pensiamo che attraverso i commenti anonimi si finisca con il pubblicare la chiacchiera da bar, o l'insulto gratuito.

Apparentemente pero' per alcuni (molti?) lettori risulta comunque difficile registrarsi, o non si fidano a farlo, e dunque non hanno la possibilità di commentare. Per questo motivo abbiamo deciso, in via sperimentale, di provare a rimuovere la richiesta di registrazione e lasciare i commenti liberi.

Ci teniamo pero' a ricordare ancora una volta che siamo decisamente contrari ai commenti anonimi o sotto pseudonimi vari. L'opinione di ciascuno ha diritto al rispetto, a patto che sia a sua volta rispettosa. Non si capisce dunque la necessità di rimanere anonimi.

Grazie.